Itinerario di 5 giorni in Svizzera a Ginevra

Ginevra è una città affascinante, conosciuta per la sua bellezza e qualità di vita. Sede di centinaia di organizzazioni internazionali, la città ha una moltitudine di attività che possono cambiare in base al periodo dell’anno.
Qui ti illustro il mio itinerario di 5 giorni in città durante il periodo primavera/estate.

Battello a vapore, Lago di Ginevra

Aprile – Ottobre

Città, Wellness, Lusso

5 giorni

 500 – 1000€

1° giorno:

Arrivare a Ginevra è molto semplice. La città è molto ben collegata sia in aereo che in treno. All’arrivo in aeroporto, è possibile ritirare un biglietto di trasporto gratuito dall’aeroporto alla città, valido per 80 minuti, nella hall dove arrivano i bagagli. Questo biglietto è sia per l’autobus che per il treno ed in soli 6 minuti siamo già in città.
Abbiamo alloggiato al MGallery Rotary di Ginevra, che è molto ben posizionato nel centro, vicino al Lago di Ginevra e vicino a tutto il trambusto centrale del quartiere degli affari. L’hotel è stato completamente rinnovato nel 2015 e le camere sono accoglienti e moderne nell’arredamento.
Al check-in ho ricevuto la Ginevra Transport Card, con essa è possibile utilizzare gratuitamente gli autobus, i tram e i taxi boat (mouettes) che attraversano il Lago di Ginevra. Oltre a semplificare la vita durante il viaggio, è un grande risparmio.

Dato che siamo arrivati ​​quasi all’ora di pranzo, abbiamo colto l’occasione per pranzare in hotel, nel delizioso ristorante L’Artisan. I piatti sono vere opere d’arte e durante il pranzo c’è una promozione del menu della casa con antipasto, piatto principale e dessert a prezzo fisso e anche un piatto del giorno che costa 27 franchi svizzeri.
Per sfruttare al meglio la giornata, abbiamo iniziato facendo una visita guidata della città. Lasciamo il nostro hotel verso il Lago di Ginevra e passiamo il Ponte del Monte Bianco. Il lago ospita centinaia di cigni che rendono il paesaggio ancora più bello.
La città è divisa in due parti con il lago tra di loro e per passare da una parte all’altra è possibile attraversare i ponti o usare la mouette, una barca taxi gialla che attraversa da una parte all’altra. La passeggiata pubblica lungo il lago non ha eguali in bellezza con i suoi parchi e aree verdi, sculture e chioschi di cibo.

Ci siamo imbarcati sul lato destro, sulla Mouette della linea M2 che porta a Eaux-Vives e abbiamo attraversato il lago in una bella giornata di sole e visto l’attrazione turistica più fotografata della città: il Jet D’eu – Jet of water.
Attraversiamo il giardino inglese dove vediamo l’orologio dei fiori e seguiamo la riva sinistra del lago fino a raggiungere Rue du Rhone, famosa per essere la strada con i negozi più alla moda di Ginevra.
All’angolo di questa strada e Place du Lac si trova la Torre di Molard, che era la porta di accesso alla città e oggi è una delle attrazioni di questa piazza piena di ristoranti e negozi.

Procediamo verso le scale che conducono alla città vecchia di Ginevra e camminiamo attraverso i vicoli storici pieni di negozi e segreti. La nostra destinazione era la Cattedrale di San Pietro, che ha più di 850 anni ed è la principale chiesa protestante della città. L’ingresso alla chiesa è gratuito e l’interno è bellissimo, ma per coloro che vogliono salire in cima alle torri, l’ingresso costa 5 franchi svizzeri per gli adulti e 2 franchi svizzeri per i bambini di età inferiore a 16 anni.
Se hai acquistato il Geneva Pass, l’ingresso alla cattedrale è incluso. Questo pass ha più di 50 attrazioni e 30 di esse sono gratuite (le altre sono scontate). È possibile acquistare il pass per 24 ore che costa 26 franchi svizzeri, 48 ore per 37 franchi svizzeri e 72 ore per 45 franchi svizzeri.

La vista dalle torri della Cattedrale è una delle più incredibili di Ginevra e per scalare quelle delle due torri, Nord e Sud, devi essere disposto perché ci sono 157 gradini e alcuni molto stretti, ma ne vale la pena. Se ti senti pigro, preferisci la torre sud che offre viste meravigliose su tutta la città da varie angolazioni. Se possibile, visitale in una giornata di sole.
Continuiamo attraverso la città vecchia, ammirando gli edifici, i caffè in stretti vicoli e tutto il fascino del Municipio che può anche essere visitato. Da lì puoi raggiungere a piedi Bastions Park, che è una zona boscosa. Uscendo dal parco vediamo un’altra torre, questa chiamata la Torre della Vecchia Isola.
Il nostro primo giorno in città è stato eccellente e siamo tornati in hotel per fare una doccia e prepararci per la cena. Il ristorante della prima sera è stato Chez Philippe, che si trova in una piccola galleria in Rue du Rhône. Adoro la carne e il ristorante è una Steak House nello stile newyorkese dello chef Philippe Chevrier. Ci sono due piani con decorazioni moderne e ho ordinato un filetto con patatine che era delizioso e tutto accompagnato da un vino rosso.
Tornando dal ristorante all’hotel con le luci della città ancora accese, poiché in primavera/estate le giornate sono lunghe, è stato speciale concludere questo primo incredibile giorno in città.

Scorcio del lago di Ginevra

2° giorno:

Per il secondo giorno a Ginevra, ho iniziato con una deliziosa colazione all’hotel Rotary. Abbiamo preso un autobus molto vicino all’hotel per andare al confine con Veyrier, dato che la nostra destinazione mattutina era Mont-Salève. La funivia ti porta in cima alla montagna in poco più di cinque minuti.
La vista dalla cima del Mont Salève è mozzafiato e da lì puoi vedere Ginevra e anche il Monte Bianco. Per coloro che amano l’avventura, questa visita può durare tutto il giorno. A Mont-Salève è possibile fare escursioni su sentieri per tutti i livelli, giri in mountain bike e voli in parapendio per tutti. In inverno c’è anche la possibilità di praticare lo sci di fondo.
Abbiamo fatto una breve passeggiata per vedere il Monte Bianco e guardare i parapendio che hanno colorato il cielo.
Nella parte superiore del Mont-Salève si trova il ristorante Le Panoramique, con una vista incredibile sia all’interno che all’esterno del ristorante. Il menu è molto vario e ha piatti a partire da 11 euro. Un’ottima opzione per trascorrere mezza giornata.
Dopo la passeggiata attraverso Salève, siamo andati a visitare il Bain Bleu Hammam & Spa. Sì, Ginevra è nota per i suoi centri termali e non potevo non visitare uno di questi! Il posto è incredibile e ci sono diverse piscine riscaldate interne ed esterne con diversi trattamenti e un’incredibile vista sul Lago di Ginevra. La stella di questo centro benessere è l’Hamman con diverse sale e saune. È stato un pomeriggio super rilassante.
Per la cena del nostro secondo giorno, abbiamo iniziato con una lezione di fonduta con lo chef J Liefooghe in uno dei ristoranti svizzeri più tradizionali, Edelweiss.
Dopo aver fatto la nostra fonduta di formaggio e mangiato, siamo scesi nella sala principale per assaggiare altri tipi di fonduta e ascoltare un po’ di musica tradizionale svizzera con una divertente band folk che suona vari strumenti, compresi alcuni molto insoliti.
Una notte super vivace per chiudere il nostro secondo giorno a Ginevra.

Il getto d'acqua nel lago di Ginevra

3° giorno:

Per il nostro terzo giorno in città siamo andati alla scoperta di Carouge, che ogni mercoledì e sabato ha un vivace mercato locale. Il quartiere ha un’atmosfera artistica e ha diversi angoli nascosti, negozi di artigianato e splendidi giardini in stile mediterraneo. Un’installazione di ombrelli colorati è il luogo perfetto per le foto a Carouge.
Proprio lì nel quartiere siamo andati a visitare il negozio di cioccolatieri Philippe Pascoët dove abbiamo fatto un laboratorio di cioccolato per imparare un po’ di più sui processi dal cacao al cioccolato e abbiamo fatto una scultura da portare a casa. Abbiamo colto l’occasione per acquistare deliziosi tartufi e praline con deliziosi ripieni.
Il pranzo del nostro terzo giorno è stato speciale, mentre facevamo la crociera che fa il giro del Lago Lemano con la “Savoia” che è una storica nave a vapore che mantiene alcune delle sue caratteristiche originali. Il tour dura circa due ore ed è un’ottima occasione per vedere il Jet D’Eau da una prospettiva diversa. Il tour attraversa diversi villaggi in Svizzera e Francia mentre viene servito un delizioso pranzo.
Il pomeriggio è stato alla scoperta di Rue du Rhône & Rues Basses, che è il paradiso dello shopping. Lì ho incontrato Bongénie, un grande magazzino come nessun altro. Oltre a famosi marchi di stilisti e marchi locali, ci sono diversi spazi come ristoranti, bar e persino un salone di bellezza. Ho approfittato del Nail Bar, per dare un tocco di bellezza alle unghie, prima di bere e cenare la sera. C’è anche la cioccolateria Spriingli, ottima!
La città ha alcuni tetti molto interessanti e soprattutto in estate quando le giornate sono lunghe, è un piacere fermarsi per un drink prima di cena. Molti di loro hanno una vista sul Lago di Ginevra e la nostra scelta quella sera è stata la Rooftop 42.
Ero super emozionata per la nostra cena serale a Le Flacon, che ha una stella Michelin e si trova nel quartiere di Carouge.
Ci siamo seduti al bancone dove abbiamo potuto guardare il movimento della cucina e il talentuoso chef Yoann Caloué.
È stata una serata memorabile con l’agnello migliore che abbia mai mangiato.

Castello di Chillon

4° giorno:

Il nostro quarto giorno abbiamo deciso di visitare alcuni dei musei più interessanti della città.
Abbiamo iniziato con un tour delle Nazioni Unite nel Distretto Internazionale, il tour costa 15 franchi svizzeri e non è incluso nel Ginevra Pass, ma ne vale la pena. Ti porta in alcune delle sale più famose dell’edificio ed è costellato di storie interessanti.

Da lì abbiamo attraversato la strada e siamo andati a visitare il Museo della Croce Rossa che è incluso nel Ginevra Pass. Non avevo idea di come sarebbe stato, ma devo dire che le mostre sono così interessanti e che il museo è nella lista di uno dei miei preferiti al mondo.
La terza tappa della giornata è stata al Museo Patek Philippe, sì, un museo della famosa orologeria che ha in mostra orologi di oltre cinque secoli. Ci sono diversi piani che raccontano la storia e mostrano collezioni di orologi.
La nostra serata è stata un po’ diversa, passeggiando per le gallerie d’arte di Eaux-Vives, in quella sera specifica c’era l’evento chiamato UNSOIR in cui i negozi e le gallerie erano aperti con la presenza di numerosi artisti.

Abbiamo approfittato del fatto che eravamo in zona per cenare lì al Kasbar, che si trova accanto all’Inda-Bar.

Passeggiate nei vigneti svizzeri

5° giorno:

Il nostro ultimo giorno a Ginevra siamo andati a visitare il CERN, il più grande laboratorio di fisica delle particelle al mondo, situato a Meyrin, al confine tra Francia e Svizzera. Per arrivarci, basta prendere un tram che impiega circa 45 minuti per viaggiare e puoi usare la Ginevra Transport Card.
Sulla via del ritorno, mi sono fermata a Carouge per vedere se gli ombrelli erano finalmente aperti, ma non ancora! La giornata è stata bellissima e ha prodotto buone foto.
Sono tornata nell’area del lago e ho approfittato della bella giornata per comprare cibo nel camioncino di alimenti Bel Air e sedermi vicino al lago per pranzare con la gente del posto. Truck F. è un food truck specializzato in Bagel ed è la filiale di un ristorante nel lago Lemano / Ginevra, Le Floris. Ho mangiato un delizioso bagel di salmone.
Per terminare il mio viaggio a Ginevra, ho camminato lungo il marciapiede pubblico sulla sinistra e ho visto tutti i camioncini di cibo lungo la strada fino al mio arrivo a Jet D’eau.
Niente di meglio per concludere un meraviglioso viaggio attraverso Ginevra.

Paesaggio nel lago di Ginevra

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *