Barbados: itinerario, consigli e tour

L’isola di Barbados si trova ai bordi del Mar dei Caraibi ed è costituita da bellissime spiagge tutt’intorno alla costa e da lievi colline nella parte centrale. Il centro più importate e la capitale è Bridgetown.
Ho pensato di costruire un itinerario su base giornaliera di una mia vacanza fatta sull’isola in modo da poter essere d’aiuto a chiunque volesse intraprendere questo meraviglioso viaggio all’insegna del relax, del divertimento e di tanto mare 🙂

Stupendo scorcio di una spiaggia alle Barbados

Dicembre – Agosto

Mare, Natura, Lusso

8 giorni

 1000 – 2000 €

Giorno 1:

Per il primo giorno, avevamo prenotato un’auto con il ritiro programmato in aeroporto. L’auto è stata noleggiata per 2 giorni di utilizzo e tutto è stato fantastico. Erano così gentili che hanno ritirato la macchina nel nostro hotel in seguito, quindi non avremmo dovuto riportarla lì all’aeroporto!
La guida è a sinistra all’inglese, quindi per coloro che non si sentono al sicuro, noleggiare un’auto potrebbe non essere una buona idea. Ho comunque guidato senza problemi e trovato l’esperienza molto diversa, che non è stata poi così difficile.

Penso che noleggiare un’auto sia l’opzione migliore per spostarsi, oltre ai taxi, ovviamente.

Dopo aver lasciato i bagagli all’hotel Rostrevor, siamo andati direttamente a cena nella zona di St. Lawrence Gap, dove si trovava il nostro primo hotel.
Informazioni su St. Lawrence Gap: Questa zona è molto vivace ed è il luogo dove si trovano i club e i bar più turistici.

Spiaggia alle Barbados

Giorno 2:

Il secondo giorno, abbiamo preso la macchina e ci siamo diretti verso l’Animal Flower Cave, che si trova nel nord dell’isola.
Il posto è d’obbligo! Si tratta di una grotta sotterranea con alcuni pozzi di acqua blu cristallina in cui si può fare il bagno. Poiché dista circa 50 km dalla regione turistica del Gap, è poco esplorato dai visitatori, ma vale ogni chilometro! Prezzo: 10 dollari USA.
Sulla via del ritorno, siamo tornati lungo la costa e ci siamo fermati sulle spiagge che maggiormente hanno attirato la nostra attenzione come Carlisle Bay, Pebbles e Worthing, tutte e 3 sono molto belle e devono apparire nel programma di viaggio di chiunque!
La nostra preferita era Carlisle Bay, poiché ha quel colore turchese che ci aspettavamo di vedere e con una buona infrastruttura di sedie, ombrelloni e bar. Parcheggiare su tutte le spiagge è stato molto semplice e gratis!

La sera abbiamo cenato al ristorante Primus, anche nella regione di Gap, e ce ne siamo innamorati! Il cibo era meraviglioso, l’ambiente era bellissimo e la vista sulla baia era affascinante (ho mangiato una pasta con aragosta e gamberi).
Il prezzo non è dei migliori, ma valeva ogni centesimo (conto di circa 180 dollari USA, compresi vino e dessert, per coppia).

Rockley Beach Barbados

Giorno 3:

Il terzo giorno, già senza auto, abbiamo preso un taxi e siamo andati alla distilleria di Mont Gay Rum. Il tour che abbiamo scelto, tutto in inglese, è durato 1 ora e ha servito diverse degustazioni (incluso il delizioso Rum Punch, la bevanda tipica delle Barbados).
La storia della distilleria è fantastica (il rum è stato creato alle Barbados nel 17° secolo) e la guida è stata così divertente che non abbiamo nemmeno visto passare il tempo! Un tour da non perdere!

Continuiamo poi verso Bridgetown, la capitale delle Barbados ed anche il centro finanziario, è piena di negozi, ponti, vecchi edifici e ristoranti (quasi una mini Londra).
Il centro commerciale Cave Shepherd vale la pena dare un’occhiata: enorme multipiano duty-free con tutte le migliori marche.
Da li siamo andati direttamente al Boardwalk, un ponte sul mare con alcune situazioni per mangiare (è diventato uno dei miei posti preferiti).
Abbiamo scelto di pranzare al ristorante Tapas e quello che doveva essere un pranzo veloce si è trasformato in ore di chiacchiere, vino e sospiri per la splendida vista! Il ristorante era delizioso e con un prezzo standard alle Barbados (ho ordinato un risotto ai frutti di mare che costa circa 150 dollari USA alla coppia, sempre con vino e dessert).

Da lì siamo andati a piedi a Worthing Beach per una nuotata e abbiamo concluso la giornata con un drink al bar della piscina del nostro hotel.
Di notte, siamo andati a vedere il famoso Oinstins: mercato del pesce che ha molti ristoranti, reggae dal vivo e negozi di artigianato.
Lì c’è un ristorante, del quale purtroppo non mi ricordo il nome, che di venerdì serve il piatto tipico delle Barbados, il pesce volante (pesce locale), con riso, lenticchie, patate, insalata e pasta. Tutto super ben condito e caricato con il pepe!

Hotel alle Barbados

Giorno 4:

Il quarto giorno, abbiamo fatto il tanto atteso giro in catamarano! IMPERDIBILE!.
L’abbiamo fatto con la compagnia “Cool Runings” ed è stato meraviglioso! Personale vivace e di buon umore! Molto consigliato! La barca è nuova di zecca, pulita e la più importante: con molti drink freschi e ben preparati (siamo finiti a Rum Punch e Piña colada) ahahah.
Costa 100 dollari USA a persona e include pranzo, bevande e snack. E molto, molto reggae, molto caraibico!
Ci sono soste per nuotare con le tartarughe e con piccoli pesci in un turbinio di colori. Il tour ti viene a prendere e ti riporta in hotel con un pulmino organizzato apposta.
Sulla via del ritorno, finiamo con un drink a Dover Beach (che si trova a 5 minuti a piedi dall’hotel Rostrevor, dove alloggiavamo in questa prima tappa del viaggio).
Di notte, abbiamo cenato ancora nella zona del Gap.

Spiaggia della Rock alle Barbados

Giorno 5:

Il quinto giorno, abbiamo diviso la mattina in 2 spiagge: Miami Beach (una spiaggia molto familiare e una delle preferite dei Barbadiani, in quanto ha spazi per picnic, barbeque e bagni con docce) e Maxwell.
Le amiamo entrambe, sono cristalline e molto calme!

Nel pomeriggio, abbiamo cambiato hotel e salutiamo la parte del viaggio più frenetica e le giornate passate a passeggiare e a girovagare. Abbiamo trascorso 3 giorni al Crane Resort, semplicemente rilassandomi.
Il resort si trova sulla spiaggia più famosa dell’isola, Crane Beach, che una volta era considerata la migliore spiaggia dei Caraibi (ma non aspettatevi chissà cosa, perché a differenza delle altre, ha onde forti) ed è la più antica località di tutto il territorio Caraibico.
Anche i ristoranti più premiati delle Barbados si trovano in questo Resort e, ovviamente, ho fatto in modo di conoscerli tutti.
Abbiamo fatto un breve viaggio (in taxi) solo per vedere le spiagge che si trovano sul lato dell’oceano: Bathsheba e Foul Bay) ed il resto 3 giorni a mangiare, bere, godersi le piscine e la spiaggia dell’hotel The Crane.
Quindi, il 6°, 7° e 8° sono stati giorni veramente pigri!

Old Church Crack Barbados

Giorno 8:

Il giorno della partenza, abbiamo fatto il check-in all’aeroporto molto presto per visitare il famoso Museo Concorde, che è a 5 minuti a piedi dall’aeroporto.
L’imponente supersonico che, per motivi di costo elevato, non opera più, fece la rotta Londra-Barbados e fu donato all’isola, diventando un museo impressionante. Prezzo: 20 dollari USA.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *