Cosa vedere e fare a Burano, Laguna di Venezia

Burano, una piccola isola situata a 9 chilometri a nord di Venezia, abitata da circa 3.000 persone.
Ciò che rende quest’isola una delle mie preferite sono le buffe case dipinte con colori sgargianti, i canali sul mare al posto delle strade e le barche al posto delle macchine che la rende ancora più bella per via della tranquillità che si respira su quest’isola.

Vista dell'isola di Burano

Tutto l’anno

Cultura, Città, Coppia, Con bambini

1 giorno

0 – 500 €

Si dice che la colorazione delle case abbia origini antiche: i pescatori che abitano sull’isola decisero di dipingere le loro case con colori vivaci e diversi in modo che fossero facilmente visibili a distanza nelle giornate di nebbia, in questo modo potevano tornare casa senza problemi.

Burano, essendo piccola, ha un’unica piazza, con un’unica chiesa che ha un campanile abbastanza caratteristico: ha una forte inclinazione (come la Torre di Pisa) dovuta al cedimento delle basi che compongono il sottosuolo.

L’isola è famosa anche per la lavorazione del merletto: ancora oggi le dame siedono alle porte delle loro case per tessere i merletti più imponenti, dalle forme più insolite che si possano immaginare.

Burano è uno di quei “segreti” meglio custoditi di Venezia, riservati ai turisti ben informati perché non tutti i vengono qui, il che la rende ancora più interessante perché le sue strade non sono così affollate come quelle di Venezia.

Per arrivare a Burano bisogna prendere un vaporetto della linea “13” da Fondamente Nove (Isola di Venezia Nord) oppure la linea “LN” sia da Fondamente Nove che da Piazza San Marco, o dal Lido.
Tieni presente che arrivare a Burano richiede tempo: i vaporetti sono un pò lenti, impiegando circa 1 ora per andare da Venezia a Burano e viceversa, con una frequenza di circa un vaporetto ogni mezz’ora. Se il viaggio ti sembra lungo: rilassati! la vista spettacolare della Laguna ti ricompenserà. Consiglio di tornare verso sera per vedere uno dei tramonti più belli della vostra vita!

L’isola di Burano di per sé è piccola, si percorre in poco tempo (2 o 3 ore se si va di fretta) ma consiglio di godersela con la tranquillità che si respira tra le sue strade, lasciandosi trasportare dalla bellezza di questo posto.

Consiglio di mangiare in uno dei ristoranti dell’isola, il cibo è generalmente eccellente e il servizio è migliore che a Venezia. La specialità dell’isola di Burano è il pesce fresco di laguna, e in generale tutti i piatti a base di pesce fresco. Se vuoi un’alternativa più economica e veloce, puoi mangiare Pizza al trancio , senza dimenticare un buon gelato fatto in casa!

Case colorate di Burano
Case colorate di Burano

Cosa vedere a Burano:

Museo del Merletto

Burano è famosa per la produzione artigianale di merletti, quindi non può mancare una visita al Museo del Merletto in Piazza Gallupi, ospitato all’interno di un palazzo gotico, un tempo sede della famosa Scuola del Merletto di Burano.
Nel Museo potrai vedere dal vivo la lavorazione con le tecniche tradizionali e conoscere alcune leggende. La leggenda più nota narra che il primo pizzo fu portato a Burano da un pescatore per la sua fidanzata. Gli era stato regalato dalle sirene della laguna che l’avevano creato con la schiuma del mare.
Il pizzo era così bello che il giorno delle nozze del pescatore e della sua amata, tutte le donne di Burano impazzirono d’invidia e scatenarono una gara per creare un velo bello come quello creato dalle sirene. Nasce così il pizzo di Burano.

Le case di Burano

Una volta a Burano non resta che perdersi tra le sue case: giallo brillante, verde menta, blu pavone, rosa fucsia, ce ne sono di colori per tutti i gusti. Camminare tra canali e vicoletti, senza lasciare nessun angolo perché ogni angolo può essere, ed è, una scoperta. E perché le case di Burano sono così colorate? Molti dicono che in questo modo i pescatori potrebbero riconoscere le loro case da lontano e altri attribuiscono ai colori forti il ​​potere di scacciare il diavolo e il malocchio. Qualunque sia il motivo, i colori fanno di Burano una sorta di carnevale infinito capace di far rivivere lo spirito del turista più annoiato.

Il campanile pendente di Burano

Il campanile di Burano, edificato nel 18° secolo, è famoso per essere pendente come la Torre di Pisa. Già al momento della sua costruzione ha mostrato i primi segni di cedimento che sono proseguiti nel tempo e hanno richiesto lavori di consolidamento che si sono conclusi intorno al 1970. Insieme alle case colorate di Burano, è una delle prime cose che si vedono in lontananza in laguna.

Canale e stradine a Burano

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.