Il mio itinerario di 24 ore a Dubai

Questo itinerario di un giorno a Dubai non intende rispondere all’eterna domanda di “cosa fare a Dubai”. È, invece, una visione personale di come potrebbe essere una giornata ben trascorsa in questa città, soprattutto per coloro che intendono visitare Dubai per la prima volta o che fanno scalo qui diretti invece in altri posti.
Naturalmente è anche un viaggio fatto di scelte, perché 24 ore sono poco tempo per visitare Dubai.

Il famoso grattacielo Burj-Khalifa

Tutto l’anno

Lusso, Coppia, Con bambini, Wellness

1 giorno

0 – 500 €

Mattina

Inizia la giornata con una nuotata. A Kite Beach puoi rinfrescarti, fare jogging, giocare a tennis o pallavolo, praticare kitesurf e altri sport acquatici, o semplicemente prendere il sole, con vista sul Burj Al-Arab. È possibile accedere all’hotel se non si è ospiti o clienti di uno dei ristoranti ma la cosa più interessante è l’esterno dell’edificio. Questo è il posto perfetto per vederlo.
Se vuoi dare un’occhiata a qualche bel parco, prendi un taxi per il Safa Park. Passeggia nel parco e nota il contrasto dell’enorme spazio aperto fatto di prato con la sagoma degli edifici sullo sfondo, da qui si vede molto bene il Burj Khalifa. Nei fine settimana, sotto gli alberi e accanto alle aree barbecue, vedrai intere famiglie di arabi e indiani preparare veri e propri banchetti.
Torna all’ingresso principale del parco, prendi l’autobus 15 (o un taxi, a seconda del budget). Scendi alla fermata Al Fahidie Metro Station 2. Conta su un tragitto di 45 minuti se prendi l’autobus. Quando lasci l’autobus sei già nell’area di Bur Dubai, una delle più antiche dell’emirato.
Da qui, dirigiti allo storico quartiere di Bastakiya in Al Fahidie Street (è in fondo a destra da dove sei). La sua origine risale al 1690, ma fu abbandonato per anni. In origine era un quartiere di mercanti persiani, con la scoperta del petrolio nel Golfo, la maggior parte delle famiglie che vivevano qui si trasferirono in aree più moderne della città e le case tradizionali, con le loro torri del vento e i cortili interni, furono utilizzate solo come magazzini, abbandonate o distrutte per costruire uffici ed edifici moderni. Il rinnovo dell’intero blocco rimanente è iniziato solo nel 2005.
Perditi nel mezzo degli edifici in terracotta, sali sui tetti per goderti la struttura delle torri del vento e la vista della città intorno a te, così diversa dal resto moderno. Senti il ​​silenzio di 300 anni di storia nei vicoli che contrasto con il circo di cemento e acciaio che c’è altrove. Siediti nelle piazze ascoltando la chiamata alla preghiera.

Pranzo

Se è una domenica o un martedì, unisciti ai pranzi culturali del “Centro per la comprensione culturale dello sceicco Mohammed” (nota: è necessario prenotare). Questo è uno dei pochi posti in cui è possibile assaggiare la vera cucina degli Emirati. Il pasto è accompagnato da un locale che ha l’obiettivo di condividere informazioni sulla cultura del paese. I gruppi possono essere grandi, ma è un’ottima opportunità per porre domande. Non essere timido.
Negli altri giorni ci sono i cortili dell’Arabian Tea House (precedentemente Basta Art Cafe), per insalate e pasti leggeri, o la Local House, famosa per i piatti di carne di cammello.
Dopo aver visitato le gallerie d’arte di Bastakiya, è tempo di approfondire la storia di Dubai. Ritorna a Al Fahidie Street e procedi verso Fort Al Fahidi. Questo è l’edificio più antico dell’Emirato e dove si trova ora il Museo di Dubai. I diorami e alcune mostre sono un po’ romantici, ma è una buona fonte di informazioni per capire cosa fosse questo posto, prima dei grattacieli.
Da qui cammina verso nord, verso il fiume fino a raggiungere la Grande Moschea. Come suggerisce il nome, è la più grande dell’emirato. Goditi il ​​minareto di 70 metri e le varie cupole dall’esterno. È vietato l’ingresso ai non musulmani. Continua nella stessa direzione e raggiungerai il tempio indù. Dall’esterno sembra più una casa, con negozi intorno, ma le file di persone alla porta e le ghirlande di fiori in vendita per le offerte sono segni inequivocabili che si è nel posto giusto. Questa vicinanza ai due edifici e alla popolazione che li circonda è un buon esempio della diversità culturale di Dubai, uno degli aspetti più interessanti del paese.
Arrivando al fiume (Creek), unisciti agli abitanti nei loro giri giornalieri e prendi un abra, il taxi boat, dall’altra parte. Dovrai aspettare che la barca si riempia prima di partire, ma succede rapidamente. Saluta la signora con il sari colorato alla tua destra e il vecchio cinese alla tua sinistra. Tra dieci minuti sarai a Deira.
Passeggia attraverso il porto, la seconda area più antica di Dubai; ci le navi mercantili che trasportano tutti i tipi di merci attraverso il bacino della penisola arabica, si chiamano Dowh e ci sono di tutte le dimensioni, in legno e con ponti blu.
Entra nel blocco, dove si trovano i suk, tradizionalmente suddivisi in aree commerciali, oggi sono un misto di negozi di tessuti, mobili, souvenir e alimentari, ma più a sinistra c’è ancora un’area dedicata alle spezie. Con molta perseveranza potresti essere in grado di negoziare il vero zafferano per una miseria.
Se sei molto interessato all’acquisto di oro, il Suk dorato si trova all’estremità opposta del suk delle spezie, nell’entroterra (a nord). Mi sembra troppo turistico, ma il rapporto qualità/prezzo del metallo qui è uno dei migliori al mondo; quindi, se stai cercando qualche regalo speciale, questo è il posto giusto.

Tardo pomeriggio

Prendi di nuovo un taxi, dovrebbe costarti circa 80 UAD per un’ora. Chiedi all’autista di portarti a fare una passeggiata lungo il Creek a sud-est per goderti entrambe le sponde con la luce perfetta del tardo pomeriggio.
Sul lato sinistro appariranno gli edifici modernisti che hanno ispirato tutte le costruzioni “megalomaniacali” che continuano ad apparire e caratterizzano Dubai. In questo momento, la lastra di vetro che copre la National Bank of Dubai (ispirata alle candele dei Dowh) sembra bruciare.
Dopo il tramonto, ci sono due opzioni:
– Se ti stai preparando ad andare a cena, chiedi al conducente della barca di lasciarti il ​​più vicino possibile al mercato del pesce di Deira. Qui puoi trovare il pesce fresco più economico di tutta Dubai e avere un assaggio del commercio locale. Letteralmente. Preparati a negoziare seriamente o non otterrai prezzi equi.
Anche se non vuoi cucinare, e se ti piacciono i mercati, vale la pena visitarlo. La confusione delle voci che negoziano; i gesti delle persone che scelgono il pesce; lo stridio dei gabbiani che arrivano in stormi nel tentativo di avere resti; e l’odore che ne deriva ci ricorda come doveva essere questa zona ai tempi dei raccoglitori di perle e dei pescatori che fondarono la città.
– Oppure torna al tuo hotel, riposati e cambiati d’abito, niente vecchi pantaloncini e magliette, ci sono tanti ristoranti chic in cui il codice di abbigliamento è elegante…ed il prezzo però alto 🙂

Sera – Notte

Non vale la pena cenare prima delle 21:00. Se non hai scelto di mangiare a casa, prendi un taxi per Ibn Hamido. C’è una grande comunità di egiziani a Dubai, e questo è il ristorante che raccomandano in cui mangiare pesce e frutti di mare a modo loro. È una stanza enorme, con tavoli e sedie in legno scuro. Le pareti sono coperte di immagini di vecchi artisti e attori, c’è un acquario gigante nel mezzo della stanza e un tavolo da esposizione da cui scegliere il pesce che desideri e il modo in cui vuoi che venga cucinato. È tutto appiccicoso, ma non ci penserai nemmeno mentre mangi la tua zuppa di pesce. Prova anche i gamberi tigre; e chiedi di grigliare il pesce alla maniera egiziana (marinato ricoperto di spezie e se non ti piace il cumino, chiedi solo la grigliatura).
Dopo cena è tempo di ballare un po’. La cultura del club qui può essere piuttosto snob, ma c’è comunque un’atmosfera rilassata e la musica si confonde con i successi pseudo-elettronici commerciali della maggior parte dei posti. Se è venerdì, le notti degli Electric Days nella Tamanya Terrace dell’hotel Radisson Blu sono famose per la loro atmosfera e la buona musica elettronica (all’interno House e Techno, a seconda del DJ, ricorda di inviare un’email con il tuo nome a doorlist@electricdays.net al mattino presto). L’ingresso è di 100 UAD, considerare di cenare presto perchè la festa inizia al tramonto.
Puoi anche andare al “360º”, alla fine del lungomare del Jumeirah Beach Hotel, questo bar è letteralmente sopra il mare. È uno dei posti più rilassati per uscire la sera e nei fine settimana c’è un buon programma di musica per ballare. Durante la settimana, bevi qualche drink, fuma uno shisha e goditi il ​​panorama.
I club chiudono intorno alle 3. Ma dopo si sta ancora insieme al Zaroob e prendere un po’ di alcol con lo street food libanese. Questo ristorante è un posto colorato e rilassato, con soffitti alti e cucine aperte. Nella bella stagione, resta nel patio, ai tavoli con panche. Riempi lo stomaco con manoushes, uova in padella, hummus e falafel.

Dubai marina ai piedi del Burj-Khalifa
Moschea a Dubai
Il resort Madinat-Jumeirah di Dubai
Le persone si incontrano nella downtown di Dubai
Scorcio di Dubai
Dubai marina by night

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *