Itinerario di viaggio in Macedonia (7 giorni)

La Macedonia è un piccolo paese, quindi in una settimana di viaggio puoi avere un’idea ragionevole del meglio che la Macedonia ha da offrire al viaggiatore.
Guarda questo itinerario di viaggio macedone come punto di partenza per progettare il tuo itinerario, in base ai tuoi interessi e al tempo disponibile. Se puoi prolungare il tuo soggiorno, considera che solo sul lago di Ocrida potresti passare una settimana! E c’è anche l’area vinicola Povardarie, dove vengono prodotti straordinari vini rossi.

Ombrelli nel centro di Skopje

Marzo – Novembre

Natura, Città, Zaino in spalla

7 giorni

1000 – 2000 €

1° giorno Skopje

Potrebbe non essere la città più eccitante del mondo, soprattutto in seguito al rinnovamento urbano che ha reso Skopje la città più kitsch in Europa, ma la capitale della Macedonia merita comunque il suo tempo.
Innanzitutto perché ha un bazar all’aperto bello e vibrante con una buona atmosfera. Quindi, anche se l’assurdità architettonica della nuova Skopje non ti dice nulla, c’è molto da fare a pochi passi dalla capitale.
Ti consiglio di tentare la fortuna al Monastero di San Pantaleone (se è aperto ne vale la pena).

2° giorno: Tour a Tetovo e Matka

Mantenendo la base a Skopje, ci sono due viaggi fuori dalla capitale che raccomando, o che al limite è possibile combinare in uno. Quindi, per il secondo giorno in Macedonia, suggerisco una visita alla Moschea Sarena Dzamija originale a Tetovo e una passeggiata nel canyon di Matka.
Ho fatto entrambe le cose e lo consiglio vivamente, ma se non sai fare una scelta, lasciati guidare dal tempo. Se trovi bel tempo vai a Matka, altrimenti se la giornata è meno soleggiata scegli Tetovo.

3° giorno: Bitola

Bitola è la seconda città più grande della Macedonia, caratterizzata dalla vivace atmosfera dell’arteria pedonale Shirok Sokak. Sebbene adori le strade e i mercati, la principale attrazione di Bitola si chiama Heraclea Lyncestis.
È un’antica città greca in Macedonia, e poi sotto il dominio romano, attualmente trasformata in un importante sito archeologico. Ha bellissimi mosaici che da soli meritano la visita in questo luogo. Si noti che i mosaici vengono coperti di sabbia a metà ottobre e rimangono così durante i mesi invernali.

4°, 5° e 6° giorno: Ocrida

Che dire di Ocrida? Fu passione a prima vista. La principale attrazione turistica della Macedonia, anche per i macedoni stessi, le rive e le acque del lago di Ocrida sono piene di turisti durante i mesi estivi. Altre volte è quasi un deserto.
Vale la pena perdersi nella città vecchia di Ocrida, scopri l’officina nazionale per la carta fatta a mano , visita le chiese di Santa Sofia e San Giovanni-Kaneo, e fai una gita in barca per arrivarci. Lascia passare il tempo nei piacevoli caffè di Ocrida (mi è piaciuto molto Liquid, con una terrazza sul lago).
Ma vale anche la pena lasciare la città di Ocrida e passeggiare lungo il lago, se non altro per visitare il monastero di St. Naun, molto vicino all’Albania. Non è così lontano ed è un viaggio molto piacevole.

7° giorno: Ritorno a Skopje

Da Ocrida a Skopje ci vogliono circa quattro ore. Lasciando presto la città, arriverai nella capitale in tempo per goderti un’ultima passeggiata nel centro, visitare il museo dedicato a Madre Teresa di Calcutta o fare shopping al bazar di Skopje.

La chiesa di San Giovanni-Kanea ad Ocrida
Scorcio della città di Ocrida
L' Arco/gate di Skopje
Stradine di Ocrida
Palazzo di Skopje
Visuale di Ocrida

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *