Itinerario del nostro viaggio in Norvegia

Viaggiare in Norvegia è godersi la natura. Questo viaggio lo abbiamo fatto girando il paese su autobus, treni, traghetti e aerei. La Norvegia è troppo grande e troppo “vuota” – ha meno di 14 abitanti per chilometro quadrato – per pensare di visitare l’intero paese in un unico viaggio con i mezzi pubblici. La prima cosa da fare quando pensi di viaggiare in Norvegia è decidere cosa vuoi visitare: il sud, con le sue città e i suoi fiordi, o il nord, con il suo sole di mezzanotte o l’aurora boreale. Noi Abbiamo optato per la Norvegia meridionale: Oslo, Bergen, i fiordi, il Preikestolen … Tutto ciò e molto altro che volevamo vedere in 13 giorni.

Fiordo norvegese

Aprile – Settembre

Cultura, Natura, Città, Aventura

13 giorni

1000 – 2000 €

Primo giorno: Rigge – Stavanger

Il nostro volo per Oslo con Ryanair è stato il fattore scatenante del nostro primo incontro con i prezzi norvegesi: invece di atterrare a Oslo, dove avremmo preso il nostro prossimo volo per Stavanger, con SAS, siamo arrivati a Rygge. Quello che non sapevamo è che il biglietto dell’autobus tra i due aeroporti ci sarebbe costato quasi quanto volo il volo di arrivo.

Pernottamento a Stavanger

Secondo giorno: Preikestolen

Viaggio a Preikestolhytta: traghetto per Tau e autobus per l’ostello. Salita al Preikestolen con vista sul Lysenfjord. Totalmente raccomandato, anche se dura in alcune sezioni.

Notte in Preikestolhytta.

Terzo giorno: Stavanger – Bergen

Ritorniamo a Stavanger e camminiamo attraverso la città vecchia, Gamle Stavanger, con le sue case in legno. All’ultimo minuto abbiamo preso un volo per Bergen.

Pernottamento a Bergen

Quarto giorno: Bergen – Flåm

Abbiamo visitato il centro storico di Bergen, Brygge e il mercato del pesce. Prima di prendere il treno per Voss, abbiamo visitato Gamle Bergen, un museo-città di case portate da tutta la Norvegia.
A Voss abbiamo visitato la città: la casa della cultura e la chiesa di Vangskyrkja.
Treno per Myrdal dove prenderemmo Flåmsbana, uno dei treni panoramici più spettacolari d’Europa.

Notte a Flåm.

Quinto giorno: Sognefjord (Aurlandsfjord e Nærøyfjorden)

Abbiamo preso il traghetto da Flåm a Gudvangen navigando nel Sognefjord – il fiordo di Sogn.
Da Gudvangen viaggiamo in autobus fino a Sogndal, passando per il Lærdalstunnelen, il tunnel stradale più lungo del mondo di 24,5 km, uno spettacolo e attraversando i fiordi. Continuiamo a Solvorn e visitiamo la nostra prima chiesa di legno, la Stavkirke di Urnes.

Notte a Solvorn.

Sesto giorno: Jostedalsbreen

Escursione al ghiacciaio, uno dei più accessibili al mondo, attraversiamo Nigardsbreen, una delle sue braccia. Era il 31 agosto e non c’erano autobus turistici, quindi, per scendere, abbiamo fatto l’autostop per Sogndal.

Pernottamento a Stryn

Settimo giorno: Geirangerfjord e Ålesund

Abbiamo preso l’autobus per Hellesylt da dove parte il traghetto per Geiranger che naviga attraverso il Geirangerfjord. Abbiamo fatto il viaggio due volte: andata e ritorno per finire di nuovo a Hellesylt.
Viaggio in autobus per Ålesund e passeggia per la città vedendo le case moderniste e il porto.

Notte ad Ålesund.

Ottavo giorno: Museo Sunnmøre – Trondheim

Abbiamo visitato il Museo Sunnmøre, un altro museo di case portato da tutta la Norvegia, al mattino, dopo aver acquistato il biglietto aereo che ci avrebbe portato da Trondheim a Oslo due giorni dopo.
Autobus per Trondheim, sette ore e mezza per meno di 300 chilometri.

Notte a Trondheim.

Nono giorno: Røros

Treno per Røros da Trondheim per vedere la città mineraria.
Passeggia per la città di Trondheim.

Notte a Trondheim.

Decimo giorno: volo Trondheim – Oslo

Dopo aver visitato la Cattedrale di Trondeim, la più grande della Norvegia, abbiamo preso l’aereo per Oslo.
Abbiamo visitato il museo Munch.

Pernottamento a Oslo Hostel Apartments.

Undicesimo giorno: Heddal

Dalla stazione di Oslo abbiamo preso un autobus per Notodden per proseguire fino allo Stavkirke di Heddal.
Di ritorno a Oslo visitiamo il Parco Vigeland.

Pernottamento a Oslo Hostel Apartments.

Dodicesimo giorno: Museo delle navi vichinghe

Partiamo presto per il museo delle navi vichinghe, Vikingskipshuset. Non visitiamo il museo Fram, la nave di Admunsen ma il Norsk Folkemuseum, un altro museo-villaggio con case portate da tutta la Norvegia.
Rientrati in città, e dopo aver visto il cambio della guardia al Palazzo Reale, ci avviciniamo alla National Gallery.

Pernottamento a Oslo Hostel Apartments.

Tredicesimo giorno: volo Oslo – ritorno a casa

Una passeggiata lungo il molo di Oslo e l’Opera prima di andare in aeroporto per tornare verso casa.

La stragrande maggioranza dei giorni del nostro viaggio attraverso la Norvegia dormiamo in ostelli: camere private, camere condivise, cabine … un po ‘di tutto. Non avevamo organizzato nulla da casa e cercavamo posti per dormire al volo. Nelle date in cui siamo andati, fine agosto primo settembre, molti ostelli erano già chiusi, il che ha complicato le cose in più di un’occasione.
Quasi tutti quelli gli alloggi cui siamo stati fanno parte della rete Hostelling International. In un’occasione, come a Oslo, l’hotel era più economico dell’ostello.

Nel nostro caso, abbiamo usato solo mezzi pubblici: principalmente treni, autobus e traghetti e un aereo da Trondheim a Oslo quando abbiamo visto il tempo impiegato dagli autobus per percorrere alcune centinaia di chilometri. In ogni caso, le strade sono molto ben tenute e guidare attraverso la Norvegia è semplice – i conducenti rispettano i limiti di velocità – e offre la possibilità di raggiungere più posti.

Cattedrale di Nidaros
Porto di Oslo
Scorcio norvegese
Villaggio norvegese nei pressi di Oslo
Trondheim
Statue ad Oslo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.