Itinerario di una settimana in Albania

L’Albania è un piccolo paese, quindi in una settimana di viaggio hai modo di farti un’idea ragionevole del meglio che l’Albania ha da offrire al viaggiatore.
Ma naturalmente, non puoi vedere tutto in sette giorni, in questo itinerario, ho lasciato fuori alcune destinazioni rilevanti – come Durazzo, Scutari o Lago Koman – quindi dovresti vedere questo itinerario di viaggio come punto di partenza per sviluppare il tuo itinerario,
in base ai tuoi interessi e al tempo che hai a disposizione.

Chiesa di Coriza

 Tutto l’anno

Cultura, Città, On the road

 1 settimana

500 – 1000 €

Giorno 1: Tirana

Tirana potrebbe non essere la capitale europea più attraente. E non lo è. Ma dop oaverla vista ho capito che è una città vibrante, con molta gente per strada e una vita sociale intensa attorno ai caffè – qualcosa di molto mediterraneo.
Dal punto di vista turistico, tutto si svolge intorno a Skanderbeg Square, un’area ideale per escursioni a piedi senza un itinerario o un programma, compresa la via pedonale Shëtitorja Murat Toptani.
Si scopre che, lasciando l’asse centrale della città di Tirana, è possibile visitare Bunk’Art, forse l’attrazione più originale nella capitale albanese. Durante il periodo in cui il paese era governato dal dittatore Enver Hoxha, migliaia e migliaia di bunker di cemento furono costruiti in Albania, la maggior parte dei quali sono piuttosto piccoli e situati nelle montagne del paese.
Ora, il più importante di questi rifugi sotterranei si trova nella periferia di Tirana, che comprendeva persino un anfiteatro progettato per i funzionari del governo per riunirsi in caso di attacco nucleare. Fu lì che fu installato il progetto Bunk’Art. Consiglio la visita.

Lago di tirana

Giorno 2 e 3: Berat

Non ci sono molti motivi di interesse visibili come Gjirokaster, ma è una città che emana una buona aurea. Per quanto riguarda le attrazioni, il Castello di Berat è assolutamente da visitare, anche se ci sono persone che vivono all’interno!
E poi ci sono i labirintici quartieri Mangalem e Gorica, ideali per passeggiare senza meta, e anche il famoso viale Republika, luogo di pellegrinaggio nel tardo pomeriggio per un caffè su una spianata o, semplicemente, per osservare la gente che passa. Berat è una buona città per rallentare il passo.

Città di Berat

Giorno 4 e 5: Gjirokaster

Gjirokaster è particolarmente interessante se sei interessato a visitare bellissime case antiche dall’architettura ottomana, come Zekate o Kadare. C’è anche il Museo Etnografico, diverse moschee e un’attività che adoro: il semplice girovagare per le strade del centro storico e i bazar di Gjirokaster.

Città di Gjirokaster
Città di Gjirokaster

Giorno 6: Saranda e Butrinto

Saranda è una buona base per esplorare la costa albanese e visitare le rovine di Butrinto. In un piccolo pezzo di terra, è possibile trovare resti archeologici di diversi periodi storici, sparsi in oltre 2.500 anni di storia mediterranea. Il parco nazionale è classificato dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità proprio perché è “un deposito di rovine che rappresentano ogni periodo di sviluppo della città”. Fondamentale visitarlo!

Resti del teatro romano di Butrinto

Giorno 7: Ritorno a Tirana

Supponendo che il volo di ritorno sia al fine della giornata, utilizzate quest’ultimo giorno per viaggiare tra la regione di Saranda e Tirana. Se lasci Saranda presto, arriverai nella capitale albanese nel primo pomeriggio. Probabilmente non avrai tempo per i grandi musei, ma puoi ad esempio andare nel quartiere di Blloku, dove ci sono decine di caffè molto carini per passare il tempo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *