Cosa vedere a Brescia in un giorno

Brixia, la Brescia romana
Inizio in grande. Una delle cose più belle da vedere a Brescia è l’eredità lasciata dai romani, rovine scoperte all’inizio dell’800 e alcune delle migliori del nord Italia.

Piazza del Foro

Tutto l’anno

Cultura, Città, Coppia, Con bambini

1 giorno

0 – 500 €

Piazza del Foro Romano, Tempio Capitolino

Nella Piazza del Foro si possono vedere i suoi resti, era il centro della vita civile e religiosa di Brixia e dove inoltre si incrociavano le due grandi strade delle città romane, il Decumano e il Cardo. Nella stessa piazza sono stati restaurati i resti del tempio capitolino per raccontarci com’era nel 73 d.C. Qui si venerava la Triade Capitolina (Giove, Giunone e Minerva), venne edificato sopra un Santuario repubblicano. Il tempio Capitolino ha 3 sale, il pavimento della prima e della seconda è decorato con splendidi mosaici e in esse sono esposte diverse pietre romane, iscrizioni onorarie e sepolcrali oltre a basi di monumenti e 3 piedistalli dedicati alla triade. Nell’ultima delle sale, attraverso un modello interattivo di Brixia e un video, vivrai un’esperienza suggestiva della città romana. Inoltre, una delle cose più belle da vedere a Brescia sta sotto la Piazza del Foro ed è ciò che resta dell’antico Santuario Repubblicano che fu poi demolito per la costruzione del Tempio Capitolino. Incredibili gli affreschi, i mosaici pavimentali e le decorazioni sopravvissute a secoli di storia, così come il lavoro di ricostruzione che è stato fatto. Oltre al tempio Capitolino e al Santuario, nella piazza del Foro Romano si possono vedere anche i resti della Basilica, con i suoi 47 metri di lunghezza e 19 di larghezza, purtroppo ora si conservano solo frammenti, e per ricostruirla bisognerà usare molta fantasia. Alle sue spalle si trova il Teatro Romano, con una capienza di 15.000 spettatori, costruito nel III secolo d.C. e adagiato su una collina dove si possono ancora vedere le tribune e rivivere quei momenti di spettacolo romano. Fu riutilizzato in epoca medievale per ospitare assemblee pubbliche.

Monastero di Santa Giulia

Un altro dei gioielli che potrete vedere nel vostro itinerario attraverso Brescia è il complesso monastico di Santa Giulia. Sorse sopra un’antica casa romana e fu ampliato fino al Rinascimento. Dedicato a San Salvatore, fu fatto costruire dal duca Desiderio nel 753 e condotto da monache benedettine fino al XVIII secolo.
All’interno di questo complesso si possono fare due percorsi, il primo per visitare il museo cittadino ed il secondo per ripercorrere la storia del monastero attraverso i suoi edifici. Ci vogliono un paio d’ore per vedere tutto.

Museo della Città di Santa Giulia

Un viaggio nella storia di Brescia che, sulla base di diversi reperti archeologici, ha permesso di rappresentare 3.000 anni di vita, da Brixia romana, al periodo medievale e fino al XIX secolo. Potrai conoscere i primi insediamenti bresciani, le diverse modifiche del terreno a seconda delle civiltà che li hanno occupati, oltre a percorrere arte e cultura sotto forma di affreschi, sculture e mosaici.
Una delle cose più belle è che dal museo si accede alla Domus Ortaglia, un’area di 1000 mq che contiene i resti di antiche case romane, e che si trova nei giardini del monastero. Si tratta di un complesso molto ben conservato, dove si possono ammirare la sua decorazione originale, affreschi, mosaici e oggetti dell’epoca. Se sei un fan di queste opere pittoresche, preparati con la fotocamera.

 

Museo di Santa Giulia

Domus Ortaglia

Itinerario attraverso il Monastero di Santa Giulia
Per conoscere la storia del monastero, cosa c’è di meglio che percorrerlo e scoprire i suoi diversi spazi restaurati. Il tour inizia percorrendo alcune stanze dove viene spiegata la storia del monastero e sono esposte alcune sculture rilevanti.
Successivamente, nella Chiesa di Santa Maria in Solario, edificata nel XII secolo, si possono visitare due sale dove poter ammirare due gioielli bresciani: la Lipsanoteca e la Croce del Desiderio. La lipsanoteca è un reliquiario in avorio del IV secolo (che si ritiene provenga da Milano) decorato con piccole scene religiose, la cui interpretazione è tuttora oggetto di discussione così come il suo uso, e la croce di Desiderio, una croce dell’VIII secolo che il re Desiderio donò al monastero, è ricoperta da 211 gemme, molte delle quali riutilizzate da altri oggetti ornamentali.
Nella Chiesa di San Salvatore potrai vedere come si è evoluta l’architettura da quando fu fondata da Desiderio nell’VIII secolo ma successivamente ampliata con lo stile dell’epoca, romanica nel XII secolo e gotica nell’ultima ristrutturazione. Inoltre, potrai vedere il coro delle monache, le cui pareti sono ricoperte da spettacolari affreschi.
Infine, durante l’intera visita, potrai vedere e attraversare uno dei 3 chiostri del monastero. Una visita, senza dubbio, che fa di Brescia una meta perfetta che ti immerge nella storia in un modo sorprendentemente divertente.

Duomo Vecchio

Popolarmente detta “rotonda” per l’insolita forma circolare della sua pianta, l’antico duomo di Brescia fu eretto alla fine dell’XI secolo e il suo interno romanico è costituito da un ampio vano centrale di 19 metri di diametro circondato da un deambulatorio e, tra i suoi tesori, un sarcofago in marmo rosso proveniente da Verona dove giace Berardo Maggi, vescovo di Brescia, morto nel XIV secolo.

Duomo vecchio

Palazzo Broletto e Torre Pégol

Uno dei palazzi medievali più importanti della città è Palazzo Broletto, dove si teneva l’assemblea comunale ed ora si trovavano gli uffici del comune. La sua adiacente torre Pégol, costruita nel XII secolo quasi interamente in legno, misura 53 metri e su di essa pende una bella campana.

Torre Pallata

Un altro dei simboli medievali di Brescia eretti nel XIII secolo è la Torre Pallata. È alta 31 metri e alla sua base si trova una fontana del XVI secolo che rappresenta la città di Bresca e i fiumi della zona.

Castello di Brescia

Come puoi vedere, Brescia in un giorno è perfettamente fattibile, ma non puoi andare via senza aver visitato il suo castello medievale. Non aspettarti di vedere un castello in stile tedesco, ma piuttosto una fortificazione che ricorda il castello di Spis (in Slovacchia). Una buona opzione è salire al castello nel pomeriggio, per digerire il pranzo, salendo il pendio che ti aspetta fino a raggiungere la cima.
Il Castello di Brescia sorge sul monte Cidneo ed è circondato da giardini. Aspettati di trovare una cittadella fortificata, con torri, bastioni, patii, vecchi ponti levatoi, fossati, magazzini e gallerie sotterranee. Puoi passeggiare tra i giardini, salire sulle torri, passare sotto le gallerie e vedere panorami invidiabili dell’intera città di Brescia.
Al suo interno, il castello ospita il Museo delle Armi Antiche, il Museo del Risorgimento e l’Osservatorio Astronomico Cidneo.

Castello di Brescia

Duomo Nuovo

Uno degli edifici che sicuramente vedrai prima ancora della Brixia romana, e che si trova accanto al Duomo Vecchio è la Cattedrale Nuova o Duomo Nuovo. Questo si trova accanto all’antica cattedrale e nella stessa piazza dell’ufficio turistico, quindi sarà una delle prime visite della tua gita.
Colpisce per la sua facciata in marmo bianco, la cui costruzione iniziò nel XVII secolo, anche se la costruzione totale della cattedrale fu completata solo due secoli dopo. Inoltre, si distingue per avere la terza cupola più alta d’Italia, a 80 metri, dopo quella di San Pietro a Roma e la cattedrale di Santa Maria del fiore a Firenze.

La piazza della Loggia

Un altro dei simboli di Brescia sono le sue piazze e, se si parla di Rinascimento, si dice che la piazza della Loggia sia una delle più armoniose piazze veneziane. Laddove prima esisteva un’intricata rete di vicoli medievali, per un secolo si è lavorato per costruire tutto ciò che oggi ospita.
La Loggia è l’edificio simbolo della città dove hanno partecipato alla sua progettazione diversi famosi architetti e vanta una grande decorazione scultorea. Nella stessa piazza si trova anche il Monte di Pietà vecchio, che ospita un museo con frammenti romani rinvenuti in anni di scavi ed infine ha un elemento che sicuramente ricorda la città di Praga, la torre dell’orologio astronomico.

Palazzo della Loggia e mercato Brescia
Coro delle monache

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.