Cosa vedere a Copenaghen in 2 giorni

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi quando abbiamo visto Copenaghen, il suo centro è affascinante e la verità è che è meraviglioso passeggiare per le sue strade e scoprire angoli segreti di una città moderna e classica allo stesso tempo. Se hai due giorni di ferie e trovi voli a buon prezzo, non pensarci un secondo! Perché Copenaghen ha molto da offrire oltre alla sua famosa sirenetta anche Nyhavn, Christiania, il Kastellet, la chiesa di St. Alban, Tivoli…

La famosa Sirenetta

Aprile – Dicembre

Città, Cultura, Coppia, Con bambini

2 giorni

0 – 500 €

Giorno 1:
Castello di Rosenborg, Sirenetta, Kastellet, Nyhavn, Rundetarn e Tivoli
Iniziamo il nostro percorso il primo giorno molto presto con una breve passeggiata dal nostro hotel, il Cabinn Scandinavia, alla nostra prima tappa: il castello di Rosenborg. Se ti piace camminare, a Copenaghen non dovrai usare i mezzi pubblici se non per andare e tornare dall’aeroporto. Ma se ne hai voglia, Copenaghen è una città perfetta per spostarti in bicicletta, quindi può anche essere un’ottima opzione per visitare la città perché non ci sono intralci.
La nostra prima visita alla capitale danese ci sorprende con l’imponente architettura di questo castello rinascimentale costruito all’inizio del XVII secolo per ordine di Cristiano IV. Originariamente costruito come residenza estiva della famiglia reale, ora funge da museo per il tesoro della corona.
All’interno troverai innumerevoli arazzi, ritratti, mobili, figure decorative, gioielli della corona danese…e la maggior parte di essi risale all’epoca in cui fu costruito il castello e sono abbastanza ben conservati.

Il castello di Rosenborg
L’ingresso al castello di Rosenborg costa 115 DKK a persona (circa 15 euro). Puoi acquistarlo direttamente lì oppure farlo online. Se preferisci, puoi anche acquistare un biglietto combinato per visitare Rosenborg e Amalienborg per 160 DKK. Se intendi acquistare la Copenhagen Card (ne vale la pena se visiterai la maggior parte dei punti di interesse importanti), l’ingresso al Castello di Rosenborg è incluso. L’orario di apertura è dalle 9:00 alle 17:00.

Giardino del Re
Proprio di fronte al Rosenborg Slot troviamo Kongens Have o King’s Gardens, il parco più antico della capitale, fatto costruire da Cristiano IV contemporaneamente al castello di Rosenborg in una zona dove il re aveva precedentemente il suo frutteto.
È un luogo perfetto per riposarsi o fare un picnic, infatti, ne abbiamo approfittato per sederci a fare colazione con della frutta che abbiamo comprato in un supermercato della zona.

La Sirenetta
Dopo aver terminato la visita ai Giardini del Re e al Castello di Rosenborg, abbiamo preso degli scooter elettrici per recarci in uno dei monumenti più famosi di Copenaghen e anche d’Europa : La Sirenetta. La prima cosa che sentirai quando arriverai al parco in cui si trova è il trambusto della gente. Seriamente, la quantità di persone e autobus che vedrai in questo posto è INCREDIBILE. Ma è normale per quello che è il monumento più visitato in Danimarca.
La Sirenetta rappresenta la protagonista di una delle storie più note di Hans Christian Andersen (una storia molto meno bella di quella che ci ha raccontato la Disney) seduta su uno scoglio a guardare il mare.
Questa scultura, che si trova nel parco Langelinie, è stata realizzata all’inizio del XX secolo su richiesta della famiglia Jacobsen, proprietaria del birrificio Carlsberg. Pesa ben 180 chili ed è fatta di bronzo. Ciò che più ha attirato la nostra attenzione su questa scultura è la sua dimensione. Non so perché, ma nella nostra testa era molto più grande di quanto non è in realtà.
Visitare La Sirenetta è completamente gratuito ed essendo in un parco ci si può recare in qualsiasi momento della giornata. In effetti, siamo sicuri che più tardi andrai, meno gente troverai.

Il castello di Rosenborg

Kastellet
A pochi metri dalla Sirenetta si trova l’ingresso settentrionale del Kastellet, questa antica fortezza trasformata in parco è un’isola artificiale a forma di stella. Senza dubbio, questo è stato uno dei luoghi che più ha attirato la nostra attenzione durante la nostra visita a Copenaghen.
Voluta da Federico III nel 1662, è attualmente uno dei luoghi turistici più tranquilli e attraenti della città. Oltre alle baracche tipiche dell’epoca nell’ex fortezza, nel Kastellet troverai una bella passeggiata lungo il fossato difensivo, il muro di cinta, una cappella dove a volte si tengono concerti e un curioso mulino a vento. Senza dubbio, è uno dei posti migliori per passeggiare o fare sport in città e per noi, una delle cose essenziali da vedere a Copenaghen.

Chiesa di Sant’Albano
Uscendo dall’ingresso sud del Kastellet si può vedere la torre di una bella chiesa immersa in un ambiente privilegiato: la chiesa di Sant’Albano. Costruita alla fine del XIX secolo, questa chiesa anglicana si trova sulle rive dei canali che circondano il Kastellet ed è oggetto di alcune bellissime foto.
Accanto alla chiesa, e anch’essa in una posizione privilegiata, si trova la fontana Gefion, che rappresenta l’omonima dea norrena durante la creazione dell’isola di Zealand, su cui attualmente si trova la città di Copenaghen.

Chiesa di marmo
E facendo una piccola passeggiata a sud della città da Churchillparken arriviamo alla Chiesa di Marmo o Marmorkirken, una delle attrazioni turistiche più conosciute di Copenaghen. La sua costruzione fu completata nel 1894 e la sua imponente cupola, che si ispira a quella della Basilica di San Pietro a Roma, è la più grande cupola della chiesa di tutta la Scandinavia.
Il suo nome originale non è Marmorkirken ma Frederiks Kirken e ci sono voluti più di 150 anni per completarla a causa dei costi aggiuntivi sostenuti durante lo sviluppo del progetto.
La visita alla chiesa è gratuita, ma se vuoi salire sulla cupola, dovrai pagare 35 DKK a persona (e tieni presente che la capacità giornaliera è limitata).
Ecco gli orari di visita:
Chiesa:
Dal lunedì al giovedì e il sabato dalle 10:00 alle 17:00.
Venerdì e domenica dalle 12:00 alle 17:00.
Cupola:
Dal lunedì al venerdì da metà giugno a fine agosto alle 13:00.
Il resto dell’anno puoi caricare solo il sabato e la domenica alle 13:00.

Palazzo Amalienborg
Direttamente di fronte alla chiesa di marmo si trova il Palazzo Amalienborg, che oggi è la residenza della regina Margherita II di Danimarca. Si compone di quattro palazzine settecentesche che circondano la piazza acciottolata al centro dove, se sarete fortunati e arriverete alle 12:00 come noi, potrete assistere al cambio della guardia.
Ci sono aree all’interno del palazzo che possono essere visitate. All’interno troverai stanze piene di antichi oggetti reali, arazzi, fotografie, arte e altri oggetti di antiquariato. Dicono che sia come fare un viaggio indietro nel tempo.
Una visita all’interno del Palazzo di Amalienborg costa 105 DKK a persona, ma se preferisci puoi anche acquistare un biglietto combinato per visitare Rosenborg e Amalienborg per 160 DKK. Se hai intenzione di acquistare la Copenhagen Card (ne vale la pena se visiterai la maggior parte dei punti di interesse), l’ingresso al Palazzo di Amalienborg è incluso. Normalmente è aperto dalle 10:00 alle 16:00.

Nyhavn, una cosa essenziale da vedere a Copenaghen
E dopo aver assistito al cambio della guardia, ci dirigiamo a Nyhavn attraverso l’area portuale. E che bella zona! Se vuoi riposarti un pò o semplicemente sederti e guardare la vita che passa, Amaliehaven Park o Ofelia Plads, un pò più a sud, sono due posti perfetti per farlo.
La zona di Nyhavn è senza dubbio una delle cose super essenziali da vedere a Copenaghen, e sono sicura che quando si pensa alla capitale danese viene in mente questa immagine.

Il canale Nyhavn
Pur essendo uno dei luoghi più turistici della città, ha un fascino davvero speciale. Se la tua tasca e il tuo tempo lo consentono, assicurati di sederti e bere un drink su una delle sue terrazze.
Questo canale è stato costruito un tempo per collegare il porto con piazza Kongens Nytorv, e quasi involontariamente è diventato uno dei luoghi più fotografati di Copenaghen.
Oltre ad esplorarla a piedi, hai anche la possibilità di fare una gita in barca attraverso i canali di Copenaghen e scoprire così la città da una prospettiva diversa.

Kongens Nytorv
Il punto in cui termina il canale Nyhavn è il luogo in cui inizia la piazza più importante e conosciuta di Copenaghen: Kongens Nytorv. Questa grande piazza (che purtroppo abbiamo trovato in fase di ristrutturazione) è circondata da edifici storici e imponenti.

Il Teatro Reale di Copenaghen
Uno dei più importanti è il Kunsthal Charlottenborg, un edificio che fu costruito come palazzo reale nel 1683, ma ora ospita l’Accademia reale di belle arti e funge da museo. A sud della piazza si trova anche il Teatro Reale di Copenaghen.

Nyhavn

Via Stroget
A ovest di piazza Kongens Nytorv troverai l’inizio di una delle zone pedonali più famose di Copenaghen: Stroget. Questa strada è piena di negozi, attività commerciali di ogni genere e ristoranti. Oltre a Nyhavn, è una delle zone più frequentate dell’intera città.
Immergiti in via Stroget, ma il nostro consiglio è di perderti nei suoi dintorni, dove troverai il quartiere latino di Copenaghen, uno dei quartieri più antichi e suggestivi della città, ricco di edifici storici e angoli da cartolina.

Rundetarn
Dopo aver camminato per un po’ nel quartiere latino, ci siamo diretti verso il Rundetarn o torre rotonda, uno degli edifici più curiosi di Copenaghen. Questa torre rotonda in mattoni rossi di 35 metri fu costruita a metà del XVII secolo come osservatorio astronomico.
Al di là dei panorami che si ottengono dalla sommità della torre, ciò che è veramente curioso è la sua rampa a chiocciola. L’ingresso costa 25 DKK a persona e di solito è aperto dalle 10:00 alle 18:00, ma controlla sempre gli orari di apertura qui prima di andare per ogni evenienza.

Cattedrale di Nostra Signora (Vor Frue Kirke)
Continuando il nostro viaggio intorno a Stroget e già un pò stanchi per aver scarpinato tutto il giorno (anche se sì, confesso che abbiamo fatto dei tratti in scooter :D), siamo arrivati ​​alla Cattedrale di Nostra Signora o Vor Frue Kirke.
Questa chiesa, che a dire il vero non ha attirato molto la mia attenzione, è stata fondata nel XII secolo ed è stata ricostruita più volte a causa di incendi. La cosa più “curiosa” di questa chiesa è che è stato qui che il principe ereditario Federico ha sposato Mary Donaldson nel 2004. Oltre a ciò, e le statue che ospita all’interno, non è una chiesa molto carina a dire il vero.

Municipio
A circa 10 minuti a sud della Cattedrale di Nostra Signora si trova il municipio di Copenaghen, costruito nel 1905 e progettato da Martin Nyrop in stile romantico nazionale, sul modello del municipio di Siena.
Il municipio è, con i suoi 105,6 metri di altezza, uno degli edifici più alti di Copenaghen e offre splendide viste sulla città. Ci sono due cose interessanti da fare all’interno del municipio di Copenaghen:
Salire i 300 gradini della torre del Municipio per contemplare la città da oltre 100 metri di altezza.
Osserva l’orologio mondiale di Jens Olsen. Questo curioso orologio, costruito nel 1955, non solo segna l’ora locale, ma mostra anche l’ora solare, l’alba e il tramonto, la rotazione dei pianeti, il calendario gregoriano, le eclissi solari, lunari ed anche le festività.
La visita all’interno del municipio è gratuita, anche se per 60 DKK a persona è possibile effettuare visite guidate dell’edificio in inglese (dal lunedì al venerdì alle 13:00 e il sabato alle 10:00). Se vuoi salire sulla torre dovrai pagare 40 DKK a persona (o gratis se hai acquistato la Copenhagen Card ) e puoi farlo dal lunedì al venerdì alle 11:00 o alle 14:00, oppure il sabato alle 11: 00.
Il programma per visitare l’interno del municipio è il seguente:
Dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 16:00. Sabato dalle 09:30 alle 13:00
Proprio di fronte all’edificio del municipio si trova, ovviamente, la piazza del municipio o Radhuspladsen, in questo luogo inizia (o finisce) la famosa via Stroget.

Tivoli
E con le ultime luci del giorno, ed è meglio dirigersi verso Tivoli, il secondo parco divertimenti più antico del mondo. Eravamo così stanchi che non abbiamo aspettato il calare della notte, ma l’ideale è vederlo tutto illuminato.
Il parco dei Giardini di Tivoli è stato fondato nel 1843 ed è diventato un tesoro nazionale e un’attrazione internazionale che attrae qualsiasi visitatore che sbarchi a Copenaghen. Lo scrittore di fiabe Hans Christian Andersen ha visitato Tivoli molte volte, così come Walt Disney, che qui ha persino trovato ispirazione per il suo Disney World (o almeno così dicono i danesi).
La verità è che anche se sapevamo cos’era Tivoli prima di visitarla, non potevamo fare a meno di stupirci quando l’abbiamo visto di persona: l’architettura esotica, gli edifici storici, le attrazioni classiche e non, i ristoranti di tutti i tipi, giardini esuberanti, spettacoli all’aperto, fuochi d’artificio…
A seconda del tipo di visita che vuoi fare a Tivoli, pagherai un prezzi diversi:
Ingresso ‘per una passeggiata’. Serve solo per entrare nel parco e camminare. Se vuoi provare un’attrazione dovrai pagarla separatamente. Costa 140 DKK a persona. Questa era l’opzione che abbiamo scelto noi.
Ingresso ‘illimitato’: Come sopra, ma include pass illimitati per tutte le attrazioni del parco. Costa 300 DKK a persona.
Se hai intenzione di acquistare la Copenhagen Card, l’ingresso a Tivoli è incluso.
Qualunque opzione tu scelga, siamo sicuri che ne varrà la pena, perché è un posto piuttosto interessante e senza dubbio un’altra cosa essenziale da vedere a Copenaghen.
Lasciando Tivoli ci avviciniamo alla stazione centrale di Copenaghen, che è proprio accanto al parco. E così finisce il nostro primo giorno a Copenaghen! Intenso, vero? 🙂

Chiesa di Sant'Albano

Giorno 2:
Cristiania
Se sei stato ad Amsterdam, sicuramente la zona di Christianshavn ti ricorda molto la capitale olandese. Ed è che questa zona di Copenaghen in cui si trova il famoso quartiere di Christiania, ha canali navigabili, caffè all’aperto e un’architettura che ricorda la città del quartiere olandese a luci rosse più famoso d’Europa.
Se non conosci la storia di Christiania ti stai perdendo una parte super interessante della storia della capitale danese. Christiania è oltre ad essere una delle zone più visitate di Copenaghen, una città libera. O almeno così si proclama: indipendente da Copenaghen, dalla Danimarca e dall’Unione Europea.
Questo comune indipendente, fondato nell’anno 1971, è composto da circa 1.000 persone che vi risiedono stabilmente e riceve circa 500.000 visitatori all’anno. Originariamente Christiania era composta da alcune caserme militari abbandonate che furono occupate da un gruppo di danesi. E nella sua evoluzione di protesta sociale, diventa un movimento politico e a difesa della propria autodeterminazione e autogoverno.
C’è chi parla di Christiania come di una zona insicura, ma la verità è che non abbiamo provato questa sensazione in nessun momento (ci siamo stati praticamente un’intera mattinata). Forse ci siamo sentiti degli intrusi, ma mai insicuri.
Naturalmente, se non vuoi essere richiamato tieni le macchine fotografiche e i telefoni cellulari in tasca, poiché è in questa zona che c’è un libero mercato di droghe leggere.
Il nostro consiglio quando visiti Christiania è di andare oltre la zona che tutti conoscono, perché troverai una tranquilla zona residenziale, con persino allevamenti di animali. Ci sono laboratori, gallerie, murales ed opere d’arte un pò strane. sicuramente Christiania è uno dei luoghi più curiosi da vedere a Copenaghen.

Opera di Copenaghen
Se continui a camminare verso nord su Christianshavn da Christiania, raggiungerai il Teatro dell’Opera di Copenaghen (puoi vederlo anche dal parco Amaliehaven dall’altra parte del canale). Vi parleremo di questo edificio per la bellezza della sua architettura e non tanto per le opere e gli eventi culturali a cui potreste assistere al suo interno.
L’edificio che ospita la Danish Cathedral Opera è considerato uno dei migliori esempi di architettura moderna in Europa. Inoltre, e per questo motivo all’epoca tanto controverso, è uno dei teatri d’opera più costosi al mondo.
Per visitarlo all’interno, puoi acquistare i biglietti per uno degli spettacoli o puoi fare una delle visite guidate che offrono.

Palazzo di Amalienborg

Chiesa di San Salvatore
A circa 5 minuti a sud di Christiania si trova la Chiesa di San Salvatore o Vor Frelsers Kirke, un luogo di culto che può essere visto da quasi tutta l’area di Christianshavn grazie alla sua torre a spirale di 95 metri.
Questa chiesa del XVII secolo è una delle chiese più famose della Danimarca grazie alla sua curiosa torre, che può essere visitata nel punto più alto dopo aver salito i suoi 400 gradini. Fai attenzione se soffri di vertigini, perché gli ultimi 150 sono all’esterno! 😉 Se vuoi salire in cima alla torre, il biglietto è di circa 40 DKK o gratuito se hai acquistato la Copenhagen Card.

Ed è ora di lasciare Christianshavn per visitare un’altra delle zone più famose di Copenaghen: Slotsholmen Island. In questa zona troverai la Borsa, la sede del governo danese, la Biblioteca Reale Danese, i musei e alcuni altri edifici eccezionali.

Palazzo di christianborg
Questo palazzo è l’edificio che ospita la sede del potere in Danimarca. Al suo interno si trovano il parlamento danese, l’ufficio del primo ministro e la Corte suprema.
Questo palazzo si trova in cima ai resti di antichi castelli medievali, conservando così gran parte della storia della città di Copenaghen nelle sue radici. La prima fortezza di cui si ha notizia fu costruita nel 1167 ed era circondata da un muro esterno le cui rovine sono oggi visitabili. Diverse sono state le costruzioni che hanno occupato il suo posto da quel momento ad oggi, ma l’ultima (che è quella che possiamo visitare oggi) iniziò a essere costruita nel 1907.
All’interno del Palazzo Christianborg si possono visitare diverse aree, tra le quali i saloni dei ricevimenti reali, le rovine della fortezza, le scuderie, la torre (la più alta di Copenaghen, con 106 metri, da cui si gode una splendida vista) o il museo del teatro.

 

Il municipio di Copenaghen

Borsen
Se continuiamo a passeggiare per Slotsholmen troviamo un altro edificio storico interessante: la Borsa. Non è possibile visitarlo all’interno, ma anche se lo si può vedere solo dall’esterno, ne vale la pena. La sua architettura, in tipico stile rinascimentale danese e olandese, è coronata da una guglia alta 56 metri che si snoda a spirale verso il cielo. La spirale è formata dalle code dei quattro draghi posti alla base della torre (che rappresentano i quattro paesi nordici).
L’edificio della Borsa è stato costruito all’inizio del 17° secolo e oggi ospita ancora la sua Camera di Commercio, che è la più antica d’Europa.

Biblioteca reale danese
Questo imponente e bellissimo edificio, noto anche come ‘Black Diamond’, è la più grande biblioteca della Scandinavia.
Questa gigantesca biblioteca ha 6 sale di lettura e più di 250.000 titoli all’interno. Anche se non hai intenzione di leggere o studiare, assicurati di visitare questo magnifico edificio all’interno.
Gli orari di apertura sono i seguenti:
Da settembre a giugno dalle 8:00 alle 21:00 dal lunedì al venerdì. Sabato dalle 9:00 alle 19:00
Da luglio ad agosto dalle 8:00 alle 19:00, dal lunedì al venerdì. Sabato dalle 9:00 alle 19:00

Cosa vedere a Copenaghen se hai tempo il secondo giorno
Museo Nazionale della Danimarca
Museo Dansk Jodisk (Museo ebraico)
Museo Thorvaldsens
Via Vaernedamsvej
Giardini Frederiksberg
Cimitero di Assistente
Jægersborggade
Parco del Super Kilen

Børsen, il palazzo della borsa

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.