Cosa fare a Catania, cinque consigli

Vuoi visitare Catania e sei stanco di leggere gli stessi consigli di viaggio in ogni guida? Qui condividiamo cinque suggerimenti su cosa fare a Catania per rendere il vostro viaggio in questa bella città siciliana unico ed indimenticabile.
Catania è la seconda città più grande della Sicilia ed è un’ottima base per chi vuole visitare le principali attrazioni della parte orientale dell’isola, come ad esempio il vulcano Etna.
A proposito di vulcani, Catania è una città segnata dalla costante attività dell’Etna e lo vediamo ovunque, dalla pietra lavica usata nella costruzione dei palazzi alle rocce formate dalla lava solidificata che troviamo in vari angoli della città.

Vista di Catania dal Mare

Tutto l’anno

Città, Cultura, Mare, Coppia

1 giorno

0 – 500 €

Consiglio 1: Guarda Catania dall’alto della chiesa della Badia di Sant’Agata
Delle decine di chiese di Catania, ce n’è una che mi piace molto: la chiesa della Badia di Sant’Agata. Può passare inosservato al viaggiatore meno attento perché finisce abbagliato dalla bellezza del Duomo di Catania, dal quale dista pochi metri, ma la sua particolarità non è nell’architettura ma nella sua terrazza.
Nonostante i tanti gradini che dobbiamo affrontare, vale davvero la pena salire in terrazza per ammirare dall’alto la città di Catania. La visita è guidata e viene spiegata un pò della storia del luogo e della sua architettura. Inoltre dall’alto si ha una vista panoramica del centro di Catania, del mare e, se il cielo è terso, anche del vulcano Etna.
Gli orari delle visite sono : dal giovedì alla domenica, dalle 9:00 alle 12:00.

Consiglio 2: Bevi un drink rinfrescante in uno dei chioschi di Catania
Sono quel tipo di persona che, quando viaggia, vuole vivere e provare le stesse cose della gente del posto. E se c’è una cosa che fa ogni catanese che si rispetti è fermarsi in uno dei tradizionali chioschi per bibite per un seltz al limone e sale (acqua gassata con succo di limone e un pizzico di sale) o un mandarinetto (acqua gassata, sciroppo di mandarino e succo di limone).
Questi chioschi si trovano in diversi angoli di Catania, principalmente nel centro della città. La maggior parte di esse sono state costruite all’inizio del XX secolo, in stile Art Nouveau, e sono state tramandate di padre in figlio. Consiglio in particolare il chiosco Giammona in Piazza Vittorio Emanuele III, che fa il miglior mandarinetto di Catania! :O

Il Duomo di Catania

Consiglio 3: L’arancino di Savia
Oh mamma mia…solo a pensarci mi viene l’acquolina in bocca. L’arancino è uno spuntino tipico siciliano, una polpetta di riso fritta con vari tipi di ripieno, come carne, spinaci e ricotta. Comunque, se c’è una cosa che consiglio a tutti coloro che visitano Catania, è mangiare un arancino di carne al bar Savia. Il locale esiste dal 1897 ed è uno dei panifici più tradizionali di Catania. Oltre agli arancini, vi si possono trovare le principali prelibatezze della Sicilia (provate anche il cannolo!). Savia si trova in Via Etnea, la strada più famosa della città, ed è un’ottima opzione per chi vuole mangiare bene senza spendere troppo.

Consiglio 4: Prova l’hamburger FUD
Questo è più un consiglio gastronomico, ma non riesco a pensare a Catania senza associarla al “cibo”. È davvero impossibile. Il ristorante FUD a Catania è un locale dove si possono mangiare hamburger alla siciliana, e dove tutti i piatti serviti sono realizzati esclusivamente con prodotti locali. Anche la birra è fatta in Sicilia .
L’atmosfera è informale e la cosa interessante è che servono diversi tipi di carne, tra cui la specialità tipica catanese: la carne di cavallo.
Durante il giorno il locale funziona anche come una sorta di negozio di alimentari e vende prodotti tipici siciliani. L’hamburger FUD si trova in via Santa Filomena, nel centro di Catania.

Piazza Università

Consiglio 5: Salta nella mitologica Acitrezza
La costa di Catania potrebbe non essere la più bella della Sicilia, ma è senza dubbio la più carica di miti e leggende. In particolare il borgo marinaro di Acitrezza, situato a soli 20 minuti dal centro. E’ il luogo ideale per fare una tranquilla passeggiata lontano dal caos cittadino. Infatti è incredibile come pur essendo vicinissimi al centro di Catania, sembra invece di essere in una tranquilla cittadina di provincia.
Ricordi la storia di Ulisse e del Ciclope Polifemo nell’Odissea di Omero? La leggenda narra che i sassi scagliati dal gigante contro la nave di Ulisse sarebbero proprio quelli della spiaggia di Acitrezza.
Oltre alle bellezze naturali, ad Acitrezza ci sono ottimi ristoranti di pesce. Non ti resta che sceglierne uno e arrenderti alla dolce vita di Sicilia!

Il Teatro romano di Catania

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.