Itinerario del nostro viaggio in Perù

Viaggiare in Perù è, per molti, la porta verso il Sud America. Gli Incas infiammano l’immaginazione e il desiderio di sentirsi esploratori e la cucina peruviana è diventata famosa in tutto il mondo per i suoi sapori.
Quale migliore combinazione: cultura e gastronomia! Machu Picchu, le linee di Nazca, il Lago Titicaca, Lama, guanacos, alpaca e vigogna, ma anche condor, pinguini e leoni marin, tutto questo ed altro ci aspetta in questi 18 giorni in Perù.

Machu Picchu

Maggio – Ottobre

Cultura, Città, Coppia, Enogastronomico

18 giorni

1000 – 2000 € / 2000 – 3000 €

Primo giorno: Volo per Lima

Non abbiamo organizzato molto il viaggio a parte la prima notte a Lima. Tanto che, prima di lasciare l’aeroporto, abbiamo acquistato un biglietto aereo per Cuzco il giorno successivo. In città abbiamo visitato la chiesa di San Francisco e le sue catacombe e la casa del governo, in Plaza de Armas, dove abbiamo visto una mostra sul Signore di Sipán.

Notte a Lima Cerca qui gli hotel della città.

Secondo giorno: Volo Lima – Cuzco

Dopo un’ora e mezza di volo arrivammo a Cuzco. All’aeroporto, uno dei trasportatori – quelli che cercano di venderti escursioni tirando il braccio – ci ha portato in città, all’ostello di San Blas. Abbiamo negoziato con lui un tour della valle sacra e Machu Picchu e abbiamo finito per assumerlo per due giorni dopo. A Cusco visitiamo il museo Inca, il Qoricancha e la Plaza de Armas.

Notte a Cuzco Cerca qui gli hotel della città.

Terzo giorno: Cuzco

A metà mattina troviamo una sfilata in Plaza de Armas con le scuole della regione, dopo di che andiamo a vedere la chiesa di Santo Domingo.

Notte a Cuzco Cerca qui gli hotel della città.

Quarto giorno: Valle Sacra

Finalmente possiamo fare una gita di un giorno attraverso la Valle Sacra: Pisac, Urubamba e Ollantaytambo. A Ollantaytambo abbiamo preso il treno per Aguas Calientes.

Notte ad Aguas Calientes. Cerca qui gli hotel della città.

Quinto giorno: Machu Picchu

Al mattino presto, alle cinque, prendiamo l’autobus alla fermata da Aguas Calientes per Machu Picchu. Volevamo salire a Huayna Picchu, c’era solo un numero limitato di posti prenotati per quel giorno, e noi abbiamo prenotto in largo anticipo.
Dopo aver visitato l’antica città Inca da soli e con la visita guidata – che ci ha lasciato con l’amaro in bocca a causa della sua scarsa qualità, saliamo a Huayna Picchu per vedere il paesaggio dall’alto.

Notte ad Aguas Calientes. Cerca qui gli hotel della città.

Sesto giorno: Valle Sacra

Iniziamo la giornata con il ritorno in treno a Ollantaytambo. Da lì, con un taxi condiviso, siamo andati alle saline di Maras. Lo stesso taxi ci porta poi a Moray, il laboratorio agricolo degli Incas.
Tornati a Cuzco siamo riusciti a recuperare le visite perse a causa della cattiva organizzazione del tour e siamo andati a Sacsayhuaman, Qenko, Puca Pucara e Tambomachay, per finire con uno spettacolo di danza al centro dell’arte nativa di Cuzco.

Notte in autobus sulla strada per Puno.

Settimo giorno: Lago Titicaca

All’arrivo alla stazione degli autobus di Puno, i peruviani locali ci assalgono, ma con la pratica siamo riusciti a contrattare con tutti fino a quando abbiamo assunto l’escursione di due giorni al Lago Titicaca.
Prima di arrivare ad Amantaní, dove abbiamo trascorso la notte a casa di una famiglia locale, ci siamo fermati sull’isola degli Uros, il che ci ha lasciato l’impressione che fosse più una decorazione che altro.
Ad Amantaní abbiamo visto il tramonto vicino al tempio Pachatata, di fronte alla montagna dove si trova il Pachamama.

Ottavo giorno: Lago Titicaca

Abbiamo visitato un’altra isola nella parte peruviana del lago Titicaca: Taquile, dove abbiamo mangiato prima di tornare sulla nave per Puno.
A Puno abbiamo visitato la fiera delle Alasitas – miniature – e la cattedrale in Plaza de Armas prima di prendere l’autobus per Arequipa.

Notte in autobus per Arequipa.

Nono giorno: Arequipa

Arrivammo ad Arequipa, la città bianca, alle quattro del mattino. Un tassista ci porta in un hotel dove abbiamo prenotato la notte.
Abbiamo visitato Arequipa vedendo il convento di Santa Catalina e la chiesa di San Francisco. Inoltre, cerchiamo l’escursione nella valle del Colca per vedere i condor.

Notte ad Arequipa. Cerca qui gli hotel della città.

Decimo giorno: Valle del Colca

Autobus per Chivay con diverse fermate. Nei dintorni di Chivay visitiamo i bagni termali.

Notte a Chivay. Cerca qui gli hotel della città.

Undicesimo giorno: Valle del Colca

Prima di arrivare a Cruz del Cóndor con i suoi condor, ci siamo fermati a Yanque per vedere la chiesa e alcuni balli tipici. Nella Cruz del Condor ci godiamo il volo dei signori del cielo Inca. Rientro a Chivay per mangiare e Arequipa.
Ad Arequipa visitiamo la mummia Juanita nel Museo dei Santuari Andini dell’Università Cattolica di Santa María prima di prendere l’autobus per Nazca.

Notte in autobus per Nazca.

Dodicesimo giorno: Nazca

Uno sciopero dei minatori ha bloccato l’autostrada Panamericana poco prima di raggiungere Nazca. Contrariamente all’opinione dell’autista, indossiamo gli zaini e iniziamo a camminare fino al primo hotel. Abbiamo trascorso la giornata lì ad aspettare che il problema dei minatori si risolvesse e riaprisse l’aeroporto il giorno successivo.

Notte a Nazca presso l’hotel Condor’s Nest – godendo della sua piscina.

Tredicesimo giorno: Linee di Nazca e Cimitero di Chauchilla

Abbiamo fatto l’autostop per arrivare in città nel camion di uno dei minatori scioperanti e poi verso l’aeroporto che aveva ripreso ad operare. Sorvoliamo le linee di Nazca, impressionante, anche se ho avuto un po’ di vertigini.
Al ritorno a Nazca visitiamo il cimitero di Chauchilla, poco conosciuto, ma spettacolare.
Sulla via del ritorno verso la città di Nazca, abbiamo visitato un laboratorio artigianale di ceramica e un laboratorio artigianale di estrazione dell’oro in cui i minatori hanno spiegato come lavorano per trovare l’oro.

Bus per Paracas e pernottamento al Rifugio Pirati.

Quattordicesimo giorno: Ballestas e Isole Paracas

Gita in barca alle Isole Ballestas dove abbiamo visto leoni marini e uccelli: viticci, gabbiani, pellicani e pinguini di Humbolt.
Escursione attraverso la riserva naturale di Paracas.

Notte a Paracas nel rifugio dei pirati.

Quindicesimo giorno: Lima

Prendiamo l’autobus per Lima. In città visitiamo il Museo dell’Inquisizione e quello della banca nazionale. All’ultimo minuto saliamo sulla collina di San Cristóbal per vedere il panorama completo di Lima di notte.

Notte a Lima.

Sedicesimo giorno: Lima

Siamo tornati al museo della banca nazionale e all’ufficio postale e poi al convento domenicano.
Il nostro tentativo di visitare la fortezza di Callao non ha avuto successo perché eravamo in ritardo e la polizia non smetteva di dirci che il quartiere non era sicuro.

Notte a Lima Cerca qui gli hotel della città.

Diciassettesimo giorno: Lima

Visita a Pachacámac, un sito archeologico vicino a Lima con i resti di edifici dal terzo al XV secolo.
Passeggia nell’area di Miraflores, l’area più esclusiva e moderna della capitale peruviana.

Notte a Lima Cerca qui gli hotel della città.

Diciottesimo giorno: Volo da Lima

Volo di ritorno dall’aeroporto di Lima.

Montagne del Perù
Montagne colorate del Perù
Tipico esemplare di Alpaca peruviano
Murale azteco
Donne locali peruviane
Montagne del perù

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *