Il nostro percorso in auto dell’Irlanda del nord

Abbiamo organizzato questo viaggio nell’Irlanda del Nord perchè volevamo esplorare principalmente due cose: La prima esplorare i punti più interessanti del percorso costiero della strada, Causeway Coastal Route in inglese, la seconda: scoprie alcuni degli scenari di Game of Thrones, una delle nostre serie preferite. E, come ciliegina sulla torta, visita le sue due città più grandi, Belfast e Derry, imparando la loro storia più o meno recente.
Speriamo che questo itinerario possa esservi di consiglio per i vostri viaggi futuri 🙂

Via irlandese

Aprile – Settembre

Cultura, Natura, Città, Coppia 

13 giorni

1000 – 2000 €

PRIMO GIORNO

Volo per Dublino. Autobus Dublino-Belfast. Primo contatto con il centro di Belfast, il quartiere della cattedrale, intorno al municipio e alla cattedrale di Santa Ana.

Pernottamento a Belfast presso l’hotel Ibis Belfast City Centre.

SECONDO GIORNO

Prelievo dell’auto a noleggio per il Carrickfergus Castle, la nostra prima tappa sulla strada costiera. Siamo arrivati ​​dopo che un poliziotto ci ha fermato sulla strada per dirmi che ero nella corsia di marcia e andavo troppo piano, sì, ho fatto un casino con la guida a sinistra! Il castello di Carrickfergus, del XII secolo, ma utilizzato fino all’inizio del XX secolo, merita di essere visto un paio d’ore.
Dopo la visita al castello, ci siamo diretti verso uno dei punti forti del sentiero costiero della strada: il percorso dei Gobbins, con i suoi paesaggi spettacolari tra i più bell iche abbiamo visto in Irlanda.
Seguiamo la strada dalla strada per Glenarm per visitare la Steensons Workshop & Gallery e il Walled Garden al Glenarm Castle. Il primo è un laboratorio in cui sono stati fabbricati molti dei gioielli degli attori del Trono di Spade. Il secondo è uno dei giardini più antichi d’Irlanda, nato come un frutteto del castello di Glenarm. Entrambe le visite sono interessanti ma non essenziali se non si ha molto tempo.
Da Glenarm andiamo a Glenariff per prendere la deviazione per Glenariff Forest Park e conoscere qualcosa sulla Glens of Antrim, o “The Glens”. Ci sono nove valli strette e profonde peculiari che lasciano il lago Neagh e raggiungono il mare che circonda l’altopiano di Antrim. E i paesaggi qui, ovviamente, si tingono di pura “Irlanda verde”. La glen di Glenariff è probabilmente la più sensazionale delle glens, infatti è conosciuta come “la regina delle glens”. I piccoli fiumi che attraversano il Glenariff Forest Park, l’Inver e il Glenariff, formano cascate, piccole piscine naturali, gole … Percorrere i suoi sentieri meriterebbe un’intera giornata, ci siamo dispiaciuti di non avere più tempo. Anche così, siamo stati in grado di fare una passeggiata visitando parte di quei percorsi e scoprendo alcune di quelle cascate. Un trucco: proprio dietro il Laragh Lodge c’è la cascata del Glenariff, se non hai tempo di fare molte passeggiate.
Stavamo per andare a riposare perchè la strada del gigante ci stava aspettando il giorno successivo. Ma il tempo era così bello che non potevamo perdere l’occasione: siamo andati a vedere il tramonto sulla strada del gigante. Non abbiamo mai preso una decisione migliore: pura magia!

Pernottamento a Ballycastle presso il B&B Ard na Mara.

TERZO GIORNO

La prima tappa della giornata è stata il ponte sospeso Carrick-a-Rede, Ponte di corda Carrick-a-Rede. Dopo quella visita, siamo andati in due località di Game of Thrones nell’Irlanda del Nord: il porto di Ballintoy e le Dark Hedges. Entrambi, e in particolare il secondo, sono in angoli imperdibili da vedere.
Poi siamo andati a vedere la strada del gigante, certo il tempo non ci ha accompagnato tanto quanto il giorno prima, abbiamo fatto molto bene ad andare a vedere il tramonto!
Ci ha accompagnato per quella strada il castello di Dunluce, un’altra location di Game of Thrones. Un castello medievale che domina una scogliera da vertigini, purtroppo al suo interno è quasi completamente demolito.
Dopo il pranzo arrivò il dessert: il tempio di Mussenden, circondato, ovviamente, con il verde e rivolto verso le scogliere. Anche i tramonti qui sono fantastici. La nostra passeggiata lungo la discesa Demesne era praticamente meravigliosa!
Dopo aver attraversato un’altra località di Game of Thrones, Downhill Beach, ci siamo diretti verso Derry, lasciando il sentiero costiero della strada. Prendiamo un’altra strada panoramica, Bishop’s Road, la strada che collega Downhill e Derry attraverso Limavady. Lungo la strada ci sono molti punti panoramici per vedere la costa settentrionale dell’Irlanda, incluso il punto di vista Gortmore. Certo, il tempo non ci ha accompagnato…

Pernottamento a Derry al Bishop’s Gate Hotel.

QUARTO GIORNO

Quarto giorno Intera giornata dedicata alla visita della città di Derry, dai suoi murales all’ora blu sul ponte della pace, passando attraverso il muro, il Guindhall o la cattedrale.

Pernottamento a Derry al Bishop’s Gate Hotel.

QUINTO GIORNO

Svolta sull’autostrada per Belfast facendo una sosta al castello di Shane – anche se non è davvero accessibile e ci intrufoliamo un po’- per scoprire un’altra location di Game of Thrones e le vedute del Lago Neagh, e nella torre irlandese di Antrim.
Abbiamo superato Belfast per dirigerci verso il Castello di Ward, con il suo tour Il Trono di Spade e i suoi paesaggi verdi, ovviamente. Dopo una sosta all’hotel The Cuan per scoprire la sua “Porta del Trono”, ci siamo diretti verso Downpatrick, per visitare la Cattedrale di Down, nel luogo in cui si suppone che fosse sepolto St. Patrick, patrono dell’Irlanda. Dopo l’ultimo scenario di Game of Thrones nell’Abbazia di Inch, siamo andati a Belfast.

Pernottamento a Belfast presso The Parador.

SESTO GIORNO

Visita di un’intera giornata a Belfast con i suoi murales, lo straordinario museo Titanic di Belfast e il Titanic Quarter e il resto della città.

Pernottamento a Belfast presso The Parador.

SETTIMO GIORNO

Autobus Belfast-Dublino e volo per il rientro.

Quiet Valley Irlanda
Rovine nella costiera irlandese
Selciato del gigante
Selciato del gigante
Castello di Dunluce
Ponte di corda di Carrick-a-Rede

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *