Visita di Dublino in cinque giorni

L’Irlanda era un paese che volevo visitare da molto tempo. Ho sempre amato la musica irlandese, il loro umorismo e quelle sfumature di verde dell’erba. Così sfruttando un perido di vacanza abbiamo prenotato i biglietti aerei e siamo partiti. Siamo arrivati ​​a Dublino verso sera, dopo un breve volo di un’ora e mezza. Dopo aver effettuato il check-in presso il nostro hotel, siamo andati a cena in un piccolo ristorante italiano nelle vicinanze.
Era già abbastanza tardi, quindi siamo andati a letto presto per conservare un po’ di energia per esplorare la città il giorno successivo.

Il famoso Temple bar

Marzo

Coppia, Cultura, Città, Enogastronomico

5 giorni

500 – 1000 €

Primo giorno – Dublino

Durante i nostri cinque giorni a Dublino, siamo stati in un hotel che aveva un’ottima posizione proprio nel centro della città, ed eravamo molto vicini all’ufficio postale generale (uno dei miei posti preferiti a Dublino).
Dopo aver fatto colazione (e aver appreso quale sia la colazione irlandese), siamo andati al Trinity College dove abbiamo incontrato la nostra guida una degli Angel Tours che ci ha portato a fare una passeggiata privata in città e ci ha raccontato di Dublino e dell’Irlanda in generale. Abbiamo fatto una passeggiata lungo O’Connelly Street fino al Garden of Remembrance. Ci ha anche parlato molto di James Joyce e di alcuni luoghi di Dublino che menziona in “Ulisse”.
È stato bello avere una guida locale con noi che ci raccontava del suo paese e della vita di tutti i giorni a Dublino. Eravamo anche abbastanza affascinati dalla nostra guida che aveva comunque 78 anni ma aveva lo spirito di una ventenne. Una persona molto stimolante.
Dopo la mattinata, abbiamo fatto una pausa e siamo andati a pranzo in uno dei pub di Temple Bar. Anche se ho sentito alcune cose negative sull’essere una trappola per turisti, in realtà mi è abbastanza piaciuta.
L’atmosfera era incantevole e il fatto che c’era musica irlandese dal vivo in ogni singolo pub c’era qualcosa che mi piaceva molto.
Più tardi, abbiamo passeggiato per la città, cercando di sentirne maggiormente lo spirito. Dublino ha alcuni grandi esempi di architettura medievale in pietra (per lo più chiese), che chiunque probabilmente immagina quando pensa all’Irlanda.
Poi, c’è un’architettura storica di edifici residenziali per lo più antichi nel centro della città. E edifici industriali in mattoni della fine del XIX secolo, che mi ricordavano un po’ Londra e persino Amburgo.
È una città dove puoi sentire l’alta cultura in combinazione con la classe lavoratrice e l’industria.
Volevo esplorare altri due edifici medievali che mi sono particolarmente piaciuti durante il nostro tour, la Cattedrale di San Patrizio e la Christ Church Cathedral. Sono abbastanza vicini l’uno all’altro e anche lo stile architettonico è simile. Ho adorato la combinazione di architettura in pietra e piastrelle colorate sui loro pavimenti. Inoltre, piccole storie e leggende in entrambi. Puoi passare un po ‘di tempo dentro, guardando
video sulla loro storia, imparando alcuni eventi famosi che accadono lì o su persone che sono sepolte al loro interno.

Secondo giorno – Dublino

Una delle cose che non vedevo l’ora di vedere prima del nostro viaggio a Dublino, era visitare il Trinity College. Soprattutto la sua biblioteca e vedere il Libro di Kells. Quindi, il giorno dopo, ci siamo andati come prima cosa del mattino. C’è qualcosa di così magico nelle università, così tanta conoscenza in un posto e c’è sempre un’atmosfera fantastica. Durante il periodo in cui eravamo a Dublino, si stava svolgendo la “Settimana verde” e siamo
arrivati al Trinity College appena in tempo quando è iniziata una grande riunione ad esso collegata. Poche settimane prima, è stata rilasciata una nuova ricerca dell’Università sui cambiamenti climatici e sugli impatti negativi sulla Terra. Quindi, hanno iniziato dibattiti su come avere un’università più sostenibile e su come proteggere maggiormente la natura dell’Irlanda. Stare lì ad ascoltare mi sembrava che fosse uno di quei momenti storici di cui parleremo tra cinquant’anni. Sai come nella serie Young Indiana Jones si ritrova sempre in alcuni di quegli eventi storici. Bene, mi sono sentito lo stesso al Trinity College quel giorno.
Successivamente siamo andati in una vecchia biblioteca del Trinity College e ne siamo rimasti completamente sbalorditi. Nonostante fosse circondata da un gruppo di studenti rumorosi che la visitavano allo stesso tempo, sembrava così tranquillo e fuori dal mondo. Mi piaceva anche vedere restauratori di libri al lavoro che riparavano alcuni vecchi libri.
C’era anche la mostra sul Libro di Kells. È uno dei più importanti libri medievali sopravvissuti fino ai giorni nostri. La mostra spiega tutto da quante persone ci hanno lavorato, pigmenti usati e istruzione durante quel periodo.
Il nostro giorno di visita era quello riservato riservato ai musei, quindi il posto successivo che abbiamo visitato è stato il Museo Archeologico. Situato in un bellissimo edificio storico, con alcuni meravigliosi mosaici pavimentali (sembra che avere bellissimi pavimenti sia una cosa normale a Dublino).
Il museo ha una grande collezione di arte e archeologia medievale irlandese.
Ero particolarmente interessata a una collezione di oro irlandese (parlando di alcuni gioielli fantastici qui) e alla storia vichinga di Dublino. Fortunatamente, c’è stata una grande mostra sui Vichinghi in Irlanda ed è stato interessante vedere quella combinazione di influenze celtiche e vichinghe sulla cultura irlandese medievale. Anche se il museo è un po’ datato con la sua ambientazione, ne è valsa la pena vederlo.
Forse ancora sotto l’influenza del discorso che abbimao sentito al Trinity College, o già un po’ stanchi del cibo mangiato nei pub, volevamo pranzare vegetariano quel giorno. Abbiamo fatto una rapida ricerca per vedere cosa c’è nelle vicinanze e abbiamo trovato uno dei ristoranti che ci è piaciuto molto.
Dopo che la guida ci ha parlato di “Ulisse” e di alcuni scrittori irlandesi, ero davvero desiderosa di saperne di più su di loro. Mi chiedevo anche perché ci siano così tanti scrittori e poeti famosi dall’Irlanda, mentre non ci sono pittori irlandesi famosi. OK, a parte Francis Bacon. Speravo di trovare una risposta al Museum of Irish Writers.
Il museo ha una bella panoramica degli scrittori irlandesi e del loro lavoro. Ha anche un bellissimo negozio di libri che potrebbe essere un ottimo posto per acquistare un souvenir da Dublino. Ho letto alcuni degli scrittori irlandesi al liceo, ma volevo comprarmi un libro che leggerò durante il viaggio. Volevo andare con “Ulisse”, ma dopo aver letto alcune righe, mi sono resa conto che è troppo avanzato per me. Quindi, sono andato con un altro classico, Dracula di Bram Stoker 🙂
Quando viaggio mi piace sempre andare nelle aree residenziali cercando di assaporare la vita di tutti i giorni in città. Siamo stati abbastanza fortunati perché una delle mie buone amiche del liceo, vive a Dublino, e abbiamo deciso di cenare insieme. Ha promesso di portarci in un bel ristorante nel suo quartiere. Ci incontriamo al Canal Grande, che è una zona moderna di Dublino.
C’è anche il Bord Gáis Energy Theatre, un esempio di straordinaria architettura moderna.

Terzo giorno – Cliff of Moher e Galway

Il giorno successivo era riservato per una gita fuori Dublino. Dopo aver fatto qualche ricerca prima del nostro viaggio, ci è piaciuta di più una gita di un giorno a Cliff of Moher e Galway.
Se dovessi fare qualcosa di diverso durante i nostri cinque giorni a Dublino, impiegherei due giorni per andare fuori città. L’Irlanda è così bella, e sarebbe un peccato non vedere quella straordinaria natura durante la visita.
Siamo andati per la prima volta a Cliff of Moher, ed è stato uno dei posti più belli che abbia mai visto. La natura era affascinante e spaventosa allo stesso tempo ed aveva anche un tale spiritualità.
Mi ha ricordato molto Stonehenge e la sensazione che ho avuto lì. Era molto ventoso, e in un attimo saremmo stati coperti da una nuvola, mentre dall’altra arte il sole splendeva.
Ad un certo punto, stavo guardando le scogliere e le enormi onde che si infrangevano su di loro, e all’improvviso ho sentito la musica. Un vecchio suonava la sua fisarmonica e potevo sentire quei bellissimi testi:

L’isola, è silenziosa ora
Ma i fantasmi continuano a perseguitare le onde …
Migliaia di persone navigano
Attraverso l’oceano occidentale
In una terra di opportunità
Che alcuni di loro non vedranno mai …

E potrei quasi vederli. Barche con persone in partenza per una vita migliore. E qui, su queste scogliere, coloro che già le mancavano, esprimevano i loro sentimenti in quelle belle parole.
Beh, forse questo è il motivo di tutti quei famosi scrittori irlandesi …
È stato un momento così magico che non sono riuscita a fermare le lacrime. Ricorderò sempre quel giorno su Cliffs of Moher e quel vecchio che suonava …

Abbiamo continuato il nostro viaggio verso il piccolo villaggio di Doolin dove abbiamo pranzato in un pub locale. Abbiamo quindi guidato lungo la riva del mare, e sebbene la strada fosse così stretta,
e al momento sembrava che non saremmo riusciti a passare accanto alle macchine che provenivano da un’altra direzione, lo scenario era incredibile. È noto come il Burren ed è una parte del parco nazionale e un paesaggio protetto.
Alla fine arrivammo a Galway, la città che conoscevo così bene da tutte quelle canzoni tradizionali irlandesi. La graziosa cittadina era un posto dove ho visto il maggior numero di musicisti di strada che in qualsiasi altra parte del mondo. Letteralmente, ogni cinquanta metri qualcuno suonava o cantava.
Bene, dopo essere tornati a Dublino, siamo finiti di nuovo in una pizzeria (sembra che stessimo mangiando molto cibo italiano a Dublino). Era il ristorante Milano a Temple Bar, che è un sotto-marchio del Pizza Express di Londra, a cui adoro andare se sono in Inghilterra. Era bello e accogliente, e la pizza era deliziosa!

Quarto giorno – Dublino

Oltre a un viaggio a Cliff of Moher, questo è stato probabilmente il mio giorno preferito a Dublino. Il tempo è stato fantastico e l’abbiamo trascorso esplorando la storia irlandese.
Abbiamo iniziato la nostra giornata visitando l’ufficio postale generale dove iniziò la Rivoluzione irlandese nel 1916. C’è una mostra incredibile e un film al riguardo nel seminterrato dell’edificio.
Dopo averlo visto, ho finalmente capito tutti i problemi della storia irlandese e anche i problemi e le differenze che c’erano tra il sud e il nord. È anche visibile nella bandiera irlandese. Si dice che il colore verde simboleggi il sud dell’Irlanda, l’arancione a nord e il bianco nel mezzo una pace tra di loro. Questa mostra è probabilmente la raccomandazione più significativa che ho per chiunque visiti Dublino.
Abbiamo continuato con un tono simile e siamo andati all’EPIC The Irish Emigration Museum. È un ottimo posto per conoscere le ragioni di una così grande emigrazione dall’Irlanda durante il corso della storia.
È stato anche piuttosto interessante conoscere alcuni emigranti irlandesi famosi, come Liam Neeson, o uno dei miei preferiti, Samuel O ‘Ree, che ha inventato la moderna macchina per tatuaggi.
Dublino è piena di statue pubbliche. Uno dei più intriganti per me è stato il Memoriale della carestia di fronte al Museo EPIC. Progettate dallo scultore irlandese Rowan Gillespie nel 1997, le statue commemorano la Grande Carestia della metà del XIX secolo.
Circa un milione di persone morirono durante quel periodo in Irlanda. E un altro milione emigrò dal paese durante questo. È una parte così triste della storia irlandese …
Nel pomeriggio abbiamo fatto una passeggiata vicino al fiume Liffey. Mi è piaciuto così tanto vedere tutti quei diversi stili architettonici sulla nostra strada.
Ancora una volta, Dublino ha tutto, dall’architettura storica del XIX secolo ai magazzini industriali in mattoni fino ad alcuni edifici molto moderni.
Una delle ultime cose di quel giorno fu la visita alla famosa Guinness Storehouse. Mi è piaciuta molto la parte della mostra sugli spot pubblicitari della Guinness.
Il resto della mostra è stato dedicato al modo in cui producono la birra. Quindi, se non ti interessa davvero, potrebbe essere un po’ noioso, penso. Tuttavia, mi è sicuramente piaciuto il bar sul tetto dove abbiamo bevuto una una pinta di Guinness. Da lì c’è una bellissima vista di Dublino.
Dato che era la nostra ultima sera a Dublino, quella sera volevamo visitare qualche altro pub. Prima andammo al famigerato The Brazen Head e cenammo lì. È stato fondato nel 1198 e penso che il pub / ristorante più antico che abbia mai visto. I tavoli sono vicini l’uno all’altro, quindi è anche bello incontrare persone intorno a te.
Dopo la cena lì, siamo andati in un altro pub leggermente diverso – The Porterhouse. È uno dei rari pub a Dublino che non serve la Guinness, e il motivo è in una serie di birre artigianali che si stanno producendo da sole.
Alcuni ragazzi stavano suonando musica a uno dei tavoli e l’atmosfera era davvero piacevole e amichevole. Lo consiglio vivamente per un drink a Dublino.

Quinto giorno – Dublino

Il nostro aereo era in partenza nel pomeriggio, quindi abbiamo deciso di trascorrere la mattinata nella prigione di Kilmainham Gaol. Abbiamo pensato che il modo migliore per arrivarci fosse prendere un autobus Hop-On-Hop-Off.
Dopo il tour, siamo andati al nostro ultimo pranzo a Dublino. Questa volta abbiamo trovato un vero gioiello di ristorante lì: KLAW The Sea Food Cafe. È un piccolo ristorante di pesce con interni molto belli e cibo delizioso.
Ho preso una deliziosa pasta di granchio. Un ottimo posto dove pranzare.
Dopo di che, siamo andati in hotel a ritirare i bagagli e siamo andati all’aeroporto.

Cinque giorni a Dublino sono abbastanza tempo per avere l’idea della città e visitare alcune delle sue principali attrazioni. Se potessi farlo di nuovo, aggiungerei sicuramente un altro giorno di visita nel resto dell’Irlanda.
È un paese bellissimo e con un grande spirito ed una eclettica personalità.

Movida serale a Dublino
Libreria al Trinity College
Scorcio di Dublino
Paesaggio irlandese
Cattedrale a Dublino
Cattedrale a Dublino

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *